Violenza sessuale di gruppo su una studentessa, in tre finiscono in carcere

I tre pregiudicati, insieme ad altri quattro complici, avevano costretto la ragazza ad avere dei rapporti sessuali in un casolare abbandonato

Dagli arresti domiciliari con tanto di braccialetto elettronico al carcere. Questo quanto avvenuto nelle ore scorse nei confronti dei tre pericolosi pregiudicati ciociari Adriano Di Silvio del 1990, Angelo De Silva del 1989 e Antonio De Silvio del 1998 che nel settembre del 2016 si resero protagonisti, insieme ad altri quattro complici, di una violenza sessuale di gruppo in un casolare di Ferentino ai danni di una ragazza di Castro dei Volsci.

La decisione della cassazione

Tale provvedimento è scaturito dal fatto che la Cassazione ha respinto il ricorso presentato dai difensori. Dunque la sentenza passa in giudizio. Per la cronaca va detto che in carcere si trova già detenuto Ferdinando Di Silvio, il 37enne che la ragazza aveva conosciuto su Facebook e che l'aveva attirata in una trappola per poterla stuprare con i suoi amici. Nelle ore scorse, dunque, i carabinieri delle Stazioni di Frosinone e Frosinone Scalo hanno eseguito un’ordinanza di carcerazione nei loro confronti emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma e quindi sono finiti nel carcere di Frosinone.

La condanna

I giovani, unitamente ad altri quattro complici, erano già stati arrestati lo scorso 19 dicembre 2016 dai Carabinieri delle Compagnie di Anagni e Frosinone, nel corso dell’operazione denominata “Le Iene”. Successivamente all’arresto i malviventi erano stati posti agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, in attesa della sentenza di Appello. A seguito della definitiva decisione della Cassazione  che li ha condannati  alla  detentiva di 5 anni ed 8 mesi di reclusione, ieri, dopo le formalità di rito, per loro si sono spalancate le porte del Carcere di Frosinone.

Ad attirare la vittima nel casale un 37enne conosciuto su Facebook

La storia risale alla notte fra il 3 e 4 settembre del 2016 quando la vittima, una studentessa di soli 21 anni residente a Castro dei Volsci dopo aver conosciuto su Facebook un ragazzo di 37 anni (Ferdinando Di Silvio) aveva accettato di uscire con lui. Ma una volta salita sulla macchina quello che credeva un amico l'aveva condotta nel casale dove ad attenderla c’erano altri soggetti. Proprio in quel casolare si era consumato lo stupro. La ragazza era rimasta in balìa del branco per alcune ore, poi era riuscita a fuggire ed a chiedere aiuto ad una automobilista di passaggio lungo la Casilina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento