Supino, la badante vuole i soldi dello stipendio e lui la prende per il collo

La ragazza, una romena di 30 anni, lavora alle dipendenze dell'uomo da oltre un anno. Dopo questo gesto violento si è recata al pronto soccorso e poi dall'avvocato per la denuncia

Prende per il collo la badante che rivendicava i suoi stipendi arretrati. Denunciato un consulente del lavoro di 68 anni residente a Supino. La ragazza, una romena di 30 anni, lavorava alle dipendenze dell'uomo da oltre un anno. Ma in tutto questo tempo si era visto mettere in mano soltanto pochi spiccioli. E lei, che sperava di poter inviare un po' di soldi ai suoi familiari era veramente amareggiata.

La storia andava avanti da tempo

A detta della ragazza ogni volta che chiedeva al suo datore di lavoro quello che le spettava l'uomo le rispondeva che doveva ritenersi fortunata perchè le dava vitto e alloggio, viceversa avrebbe dovuto spendere denaro anche per trovarsi un appartamento in affitto. Nei momenti di  grande "generosità" a fronte delle mille euro mensili arrivava a darle 400 euro. Per lungo tempo aveva sopportato quello stato di cose.

L'arrivo al pronto soccorso e la denuncia

Ma alcuni giorni fa, quando l'uomo l'ha presa per il collo soltanto perchè non voleva più sentirsi richiedere il denaro che non le versava, la badante accecata dalla rabbia si è recata prima al pronto soccorso per farsi refertare e poi è è andata dritta nello studio dell’avvocato Claudia Mancini del foro di Frosinone per presentare denuncia nei confronti del suo datore di lavoro. Il legale, oltre all'aspetto penale dove sono stati ravvisati i reati di maltrattamenti e percosse, sta già preparando tutta la documentazione da portare davanti al giudice del lavoro per far si che la sua assistita possa entrare in possesso di tutti gli stipendi arretrati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Si rompe una gamba, chiude il negozio e lo scrive su un avviso che diventa virale in rete (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento