Truffa milionaria allo Stato, arresti domiciliari per Marco Perfili

L'ordinanza di custodia cautelare a carico del giovane imprenditore è stata emessa dal Gip di Treviso su richiesta della Procura. L'indagine portata avanti dalla Guardia di Finanza ha portato all'arresto di altre due persone

Una truffa da 40 milioni di euro a danno della G.S.E S.p.a. (Gestore Servizi Energetici), società interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ha portato all'arresto di Marco Perfili, giovane imprenditore ciociaro e presidente del settore Ambiente di Federlazio.

L'ordinanza emessa dal gip di Treviso

L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip di Treviso su richiesta della Procura. In manette anche due imprenditorti veneti. L'inchiesta è una costola di quella avviata dalla Guardia di Finanza di Frosinone (gli investigatori del Nucleo di Polizia Economico Finanzaria diretti dal tenente colonnello Claudio Gnoni) e che lo scorso mese di  luglio ha portato al sequestro dell'intero patrimonio della famiglia Perfili, originaria di Castro dei Volsci ma proprietaria di società, che hanno nel loro patrimionio anche la Selva di Paliano, oltre che di aziende tra Roma, il Veneto e il Frusinate. Marco Perfili, che ha ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari, è difeso dall'avvocato Calogero Nobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento