Caso don Donato, ora spuntano i volantini con il "divieto" per la Madonna di Canneto

La Madonna Nera come gli immigrati che arrivano con "corone e gingilli d'oro". Forte provocazione contro le parole di monsignor Piacentini

Le parole di don Donato hanno innescato una vera e propria bomba spaccando l'opinione pubblica tra sostenitori e contestatori del parroco sorano. Ed ora oltre a striscioni, comunicati stampa, prese di posizioni politiche (con tanto di tessera ad honorem di Forza Nuova) e sit-in fuori dalla chiesa di Santa Giovanna Antida arrivano anche i volantini che ritraggono la Madonna di Canneto "bannata" perchè di colore. Un'immagine senz'altro forte che in questi minuti sta circolando in rete. La locandina, come precisa il ragazzo che ha postato la foto, non è stata trovata a Sora, ma ad Atina, attaccata al suo furgone la scorsa notte. Indubbiamente una provocazione rispetto al simbolo religioso di Settefrati dove appunto si trova il santuario della Madonna nera. "Prima le Madonne Italiane" si legge sopra all'immagine della Santa Maria sbarrata. Seguita dalla scritta "Ma quali persecuzioni, arrivano con corone, gingilli d'oro e figli illegittimi" prendendo in prestito l'espressione utilizzata durante l'omelia di venerdì nei confronti degli immigrati, e rivolgendola alla Vergine. Ed ancora, in basso, il simbolo del Carroccio con la parola Prega che sostituisce Lega e Don Donato Premier. 

A quanto pare il dietrofront di monsignor Piacentini non è bastato a placare gli animi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento