Valmontone e Telefono Rosa un opuscolo a fumetti diffuso nelle scuole Contro la violenza sulle donne

La convenzione di Istanbul diventa un opuscolo a fumetti per rendere semplice ed immediata, anche per i più giovani, la comprensione degli articoli  che la compongono da trasformare in comportamenti e atteggiamenti quotidiani fin dalla giovane età...

La convenzione di Istanbul diventa un opuscolo a fumetti per rendere semplice ed immediata, anche per i più giovani, la comprensione degli articoli che la compongono da trasformare in comportamenti e atteggiamenti quotidiani fin dalla giovane età.

La violenza contro le donne – spiega Eleonora Mattia, vice sindaco e assessore alle politiche sociali del Comune di Valmontone - si combatte davvero solo se si cambia radicalmente l’approccio con l’altro sesso fin dall’adolescenza. La convenzione di Istanbul segna un passo importante, in Europa, in una battaglia che si vince solo se si riesce a far comprendere alle nuove generazioni quanto sia rivoluzionaria per restituire alla donna dignità e diritti che ogni giorno si rischiano di perdere”.

Sono questi i motivi che hanno spinto il Comune di Valmontone, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, a condividere con l’Associazione Telefono Rosa la pubblicazione di un opuscolo che illustri, con chiarezza, il contenuto della Convenzione.

L’opuscolo – aggiunge la Mattia – vuole far emergere quei pregiudizi e quei segnali di attenzione che i giovani sono costretti a vedere ogni giorno in televisione ma anche a casa, a scuola o nella società. Oggi le donne, rispetto al passato, stanno acquisendo piena consapevolezza di sé e gli uomini sono in crisi rispetto a questo cambiamento. Ma molto è ancora da fare. In un momento di grave crisi economica sono le donne che sentono il peso maggiore, costrette a chiedere il lavoro per i loro figli o, addirittura, a prostituirsi quale estremo rimedio per trovare soldi per la famiglia. Noi amministratori locali lo viviamo ogni giorno e ringraziamo la Giunta Zingaretti per ciò che sta facendo ma chiediamo a tutte le istituzioni di non lasciarci soli a fronteggiare queste emergenze”.

L’iniziativa di oggi, lanciata con la pubblicazione del volumetto, verrà presentata ufficialmente domani ai ragazzi delle scuole (dalle ore 16 a Palazzo Doria Pamphilj) con alcune ospiti d’eccezione dell’universo femminile: oltre alla presidente del Telefono Rosa, Maria Gabriella Carnieri, sarà infatti a Valmontone anche Malalai Joya, ex-membro del parlamento afgano diventata un simbolo nella battaglia dei diritti delle donne, sia nel proprio paese che nel mondo, per il coraggio mostrato in Afghanistan contro la tolleranza del governo locale nei confronti del terrorismo e della violenza, che ha pagato con l’espulsione dal Parlamento e ben sei tentativi di assassinio. Domani Malalai Joya sarà a Valmontone a ribadire i propri principi per una battaglia di straordinaria valenza.

Siamo orgogliosi – afferma il sindaco, Alberto Latini – di essere il primo comune a farsi interprete verso i più giovani di questa rivoluzione culturale che nelle scuole troverà gli alleati migliori per cambiare la cultura di un intero Paese”.

Potrebbe interessarti

  • Minacce alla moglie, noto medico verolano sospeso dalla Asl di Frosinone

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

I più letti della settimana

  • Sora-Arpino, notte di sangue. Auto contro un muretto muore la giovane Stella Tatangelo (foto)

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma

  • Piedimonte San Germano, scontro auto-moto, grave un centauro (foto e video)

  • Sora sotto choc per la tragedia di Arpino. Lutto cittadino nel giorno dei funerali di Stella Tatangelo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento