Valmontone, gli operatori accolgono con entusiasmo il portale Roma&più

C'erano oltre 50 operatori turistici del territorio, ieri a Palazzo Doria Pamphilj a Valmontone, per conoscere da vicino le grandi potenzialità che offre loro, a titolo del tutto gratuito, la nuova App e il portale di Roma&più, lo strumento messo...

C'erano oltre 50 operatori turistici del territorio, ieri a Palazzo Doria Pamphilj a Valmontone, per conoscere da vicino le grandi potenzialità che offre loro, a titolo del tutto gratuito, la nuova App e il portale di Roma&più, lo strumento messo a punto dalla Provincia di Roma per la promozione turistica dei 120 comuni che ne fanno parte.Il vice sindaco, Eleonora Mattia, nella sua introduzione ha sottolineato l’importanza di avere uno “strumento di sviluppo turistico integrato che consente anche a questa porzione a sud della Provincia di Roma di identificarsi come territorio e promuoversi nella propria interezza e complessità”. “Il ruolo delle istituzioni – ha aggiunto Mattia - deve essere quello di rendere il turismo in grado di produrre economia, per tutti i soggetti coinvolti, e di conseguenza produrre occupazione. Dobbiamo valorizzare i punti di principale interesse che esistono sul territorio, e penso anche al Polo turistico integrato di Valmontone, cercando di creare percorsi e collegamenti con le città e i centri storici. E’ arrivato il momento di fare sistema, di mettere in rete l’offerta della ristorazione tradizionale con quella degli agriturismi e ottimizzare l’ospitalità con le diverse tipologie di strutture ricettive esistenti per soddisfare ogni tipo di esigenza”.

Al direttore dell’area sviluppo di Provinciattiva, Maurizio Apicella, e all’ideatore di Roma&più, Andrea Milana il compito di illustrare ai presenti le potenzialità della App (per Iphone e Android) e del nuovo portale. “Siamo partiti con un semplice sito turistico – ha spiegato Apicella – e siamo comunque riusciti ad indurre un incremento di presenze agli eventi della provincia del 15% ogni anno. Oggi cambia il target e, con la App e il portale insieme, possiamo puntare con decisione ai turisti internazionali che arrivano a Roma, a cui presentare dei luoghi e degli itinerari che giustifichino anche un giorno in più di permanenza”. “Le nostre pagine – precisa Milana – non sono statiche ed enciclopediche ma hanno una veste giornalistica e contenuti accattivanti per rendere appetibili questi tesori nascosti che, troppo spesso, non sono noti neanche a chi vive in provincia. Con la vostra collaborazione attiva crediamo di poter invertire anche quella tendenza che porta molti di noi a preferire la gita fuori regione a quella in uno dei posti bellissimi che la provincia offre”.

Agli operatori di Artena, Bellegra, Capranica Prenestina, Carpineto Romano, Castel San Pietro Romano, Colleferro, Gavignano, Gorga, Montelanico, Olevano Romano, Rocca di Cave, Roiate, San Vito Romano, Segni e Valmontone è stato rivolto l'invito a sfruttare le grande potenzialità che Roma&più offre loro, mantenendo sempre costanti gli aggiornamenti e i contributi che il sistema di interazione consente. Più di una guida turistica e un tradizionale sito internet, insomma, esso consente di esplorare la provincia e di scoprire gli itinerari più affascinanti, i monumenti, i parchi, le sagre e i prodotti enogastronomici che meritano di essere apprezzati e gustati. Molte le immagini e i contenuti multimediali a rendere il portale innovativo e interattivo anche attraverso i social network.

“La redazione diffusa – ha concluso il sub commissario Antonio Colaianni – è la soluzione per far funzionare al meglio il portale e la App grazie ai contributi che arrivano dall’esterno. Noi non vogliamo certo porci in concorrenza con Roma quanto, piuttosto, portare i romani fuori porta e, ancora di più, indurre chi arriva nella Capitale a restare un giorno in più per scoprire le meraviglie che ci sono oltre il raccordo anulare. Abbiamo posto le condizioni affinché Roma&più si consoli dici e resti anche quando la Provincia non dovesse esserci più”.

Dagli operatori presenti, attenti e pronti al confronto, è giunta l’esortazione a rendere quanto più snella possibile la fruizione del portale e App e, soprattutto, a diffonderne la conoscenza affinché diventino davvero degli strumenti utili ed efficaci.

A conclusione dell’incontro dibattito una spettacolo folkloristico con un gruppo di Valmontone ha allietato i presenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento