Fiuggi, consegnate le certificazioni a 64 imprese per Marchio Ospitalità ed Edilizia Italiana 2019

I ristoranti, gli hotel, gli agriturismi e i bed&breakfast certificati sono stati valutati dagli esperti dell'Isnart, Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, rappresentato a Fiuggi dal Presidente Roberto Di Vincenzo.

Un’attestazione di coraggio. Così il Presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Marcello Pigliacelli, ha definito la partecipazione delle aziende ciociare al progetto Marchio Ospitalità ed Edilizia Italiana 2019. La cerimonia di consegna delle certificazioni per 64 imprese, tra strutture alberghiere, extra alberghiere e imprese edili della Ciociaria, è avvenuta lunedì 8 aprile presso il Golf Club Fiuggi, presentata da una spumeggiante Mery Segneri.

 “Partecipare a questo progetto – ha sottolineato Pigliacelli nel suo saluto introduttivo – è quasi come inseguire un sogno di cambiamento per il nostro territorio: siamo impegnati a far diventare la Ciociaria una destinazione turistica, e per questo è importante qualificare le nostre strutture ricettive. Chi ci conosce non ci dimentica. Vi lancio l’ulteriore sfida di seguire la Camera di Commercio nella promozione del bike turismo e valorizzazione dei nostri percorsi per il cicloturismo. Un business da 7 miliardi all’anno che potrà coinvolgere anche la Ciociaria”.

I ristoranti, gli hotel, gli agriturismi e i bed&breakfast certificati sono stati valutati dagli esperti dell'Isnart, Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, rappresentato a Fiuggi dal Presidente Roberto Di Vincenzo. “La vostra è una delle province italiane che meglio rispondono al progetto di Ospitalità Italiana – ha detto Di Vincenzo -. Si tratta per noi di un vero e proprio momento formativo, grazie al quale è possibile entrare in un sistema di servizio nazionale per omologare la qualità delle strutture ricettive. Oggi per chi lavora in questo settore è importante legarsi al territorio di appartenenza, promuoverlo attraverso i prodotti e le tradizioni ma anche attraverso la comunicazione sul web e sui social network. Le strutture che abbiamo esaminato rispondono a questi requisiti e a queste esigenze”.

Il progetto Marchio Ospitalità Italiana, è stato promosso dalla Camera di Commercio di Frosinone e dall’Azienda Speciale Aspiin. “Siamo alla sesta edizione di questa manifestazione – ha dichiarato il Presidente dell’Aspiin, Genesio Roccaogni anno abbiamo avuto un aumento del 20% nelle partecipazioni. Voglio complimentarmi con le nostre strutture ricettive che qualificandosi dimostrano non solo attenzione verso il cliente ma anche la garanzia nel rispetto di un disciplinare. E’ un bel biglietto da visita soprattutto sul web, dove avvengono ormai la maggior parte delle prenotazioni”.

Il percorso di qualificazione ha riguardato anche 8 imprese edili, con lo scopo di attestare e valorizzare  le loro competenze nel raggiungere i 5 principi del Costruire Sostenibile. A consegnare le certificazioni è stato il funzionario dell’Ance Frosinone, Achille Fiorini. Alla cerimonia hanno partecipato anche il sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini e l’assessore delegato al Turismo, Simona Girolami.

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Ha pedalato per 19 ore di seguito lungo i tornanti di Montecassino, è record

  • Fiuggi, quel pranzo che inguaia i vertici del partito di Berlusconi

  • Cassino, Di Mambro e D'Alessandro all'attacco contro Salera: meno spot, più correttezza

I più letti della settimana

  • Trovato morto nel fiume Liri Piero Pallagrossi

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Cassino-Sant’Andrea, presa la banda di spacciatori di eroina. Tra gli arrestati lo Spagnolo ed Attila

  • Valmontone, 42enne del posto trovata morta nel giardino di casa

  • Ferentino, Elisa Ciotti uccisa a martellate dal marito aveva origini ciociare

  • Prima la difende e poi le fa vendere la casa all'asta. Noto avvocato ciociaro condannato

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento