Export Day, come cambieranno le operazione commerciali tra imprese italiane ed il Regno Unito? se ne parla a Frosinone

"Le imprese che operano con il Regno Unito potrebbero attraversare un periodo di grandi incertezze e cambiamenti e bisogna essere preparati"

Come cambieranno le transazioni commerciali tra le imprese italiane e quelle del Regno Unito dopo la Brexit? L’uscita dell’UK, che sia senza accordo o con una proroga sui termini, che effetti avrà sulla nostra economia?  Per rispondere a questi e altri quesiti sulle formalità e obblighi doganali da assolvere per il commercio con i Paesi Extra Ue, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in collaborazione con Unioncamere, ha organizzato l’”Export Day”, evento che si svolgerà in contemporanea in tutta Italia e che a Frosinone sarà ospitato presso la Camera di Commercio, Lunedì 18 Marzo, a partire dalle ore 11.00. I funzionari dell’Agenzia delle Dogane saranno a disposizione delle Pmi della provincia di Frosinone, intenzionate a proseguire i rapporti commerciali con il Regno Unito anche dopo la Brexit.

Con o senza intese, con o senza proroghe alla Brexit – osserva il Presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Marcello Pigliacellile imprese che operano con il Regno Unito potrebbero attraversare un periodo di grandi incertezze e cambiamenti e bisogna essere preparati. L’iniziativa del 18 marzo con l’Agenzia delle Dogane, sarà preziosa nel fornire le indicazioni necessarie per affrontare questa fase”.

“Ammortizzare gli effetti di una Brexit no deal o con proroghe – sottolinea il Presidente dell’Aspiin, Genesio Roccadipenderà molto dalla capacità delle imprese di mettersi al passo con la normativa doganale, sin dal primo giorno di applicazione. Il tempo a disposizione non è molto e gli scenari in continua definizione potrebbero cambiare di molto le prospettive ed è utile, quindi,  organizzarsi adeguatamente”.

All’Export Day parteciperanno, oltre ai Presidenti di Camera di Commercio ed Aspiin, Marcello Pigliacelli e Genesio Rocca, il Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Frosinone, Pio Murgia e Giuseppe Bitonti, funzionario delegato del medesimo ufficio.

Al termine delle relazioni sarà possibile rivolgere quesiti ed osservazioni in merito alla discussione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento