Girolio d'Italia 2013, venerdi 20 settembre il via da Ragusa

Il tour del gusto dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio da settembre a dicembre attraverserà sedici Regioni italiane olivetate

Il tour del gusto dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio da settembre a dicembre attraverserà sedici Regioni italiane olivetate

Mancano ormai poche ore al debutto di GIROLIO D'ITALIA 2013, il viaggio alla scoperta dell'olio nuovo organizzato dall'Associazione Nazionale Città dell'Olio in collaborazione con i coordinamenti regionali. Partirà infatti venerdì 20 settembre da Ragusa e, dopo tre mesi di eventi e dopo aver attraversato sedici regioni olivetate italiane, si concluderà il 21 dicembre a Bitonto in Puglia. Sedici appuntamenti in cui protagonista assoluto sarà l'olio nuovo appena franto e i prodotti tipici dei vari territori, da gustare e degustare nelle feste di piazza che saranno precedute dalla cerimonia ufficiale di inaugurazione con alzabandiera del Tricolore e del vessillo delle Città dell'Olio, taglio del nastro e inno nazionale intonato dai bambini delle scuole locali.

L'edizione 2013 del Girolio d'Italia avrà un sapore ancora più intenso, in quanto per celebrare questa importante occasione si è scelto di dedicarla alla Dieta Mediterranea - Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2010 - dove tuttavia l'olio extra vergine di oliva - alimento trasversale e necessario affinché si evidenzino tutti gli aspetti benefici di uno stile di vita celebrato in tutto il mondo - non è l'unico protagonista, ma insieme a lui ci sono anche il patrimonio culturale, storico, paesaggistico e sociale rappresentato dai vari territori delle Città dell’Olio. E proprio in virtù di questo “legame” con la Dieta Mediterranea che si presta a esaltare in modo eccellente il mondo della cucina e dei saperi antichi della gastronomia regionale, anche il passaggio di testimone tra una tappa e l'altra sarà innovativo: un vero e proprio gemellaggio elaio-gastronomico, consistente nella realizzazione di una cena a base di olio extravergine di oliva a cura di uno chef proveniente dalla tappa precedente il quale, in collaborazione con un ristoratore del posto, preparerà un menù da abbinare con oli dei due territori.

La prima tappa del 2013 sarà dunque a Ragusa, in Sicilia, dove i rappresentanti di tutte e 16 le città coinvolte sfileranno con la fascia tricolore nella loro veste istituzionale prima di assistere in Piazza della Libertà alla cerimonia inaugurale – con intonazione dell'inno nazionale suonato dal Corpo Bandistico "Alessandro Scarlatti" e doppio alzabandiera del Tricolore e del vessillo delle Città dell'Olio, alla presenza tra gli altri dei due testimonial di tappa, il medico nutrizionista Prof. Giorgio Calabrese e il giornalista enogastronomico Carlo Cambi.

Alle ore 10, presso l'Auditorium Gianbattista Cartia della Camera di Commercio di Ragusa, si apriranno i lavori del convegno "Il valore antropologico della Dieta Mediterranea. Dall’ulivo simbolo all’olio alimento" dedicato alla Dieta Mediterranea e Alimentazione in vista dell'Expo 2015, con gli interventi di Giuseppe Arezzo Presidente Consorzio D.O.P. Monti Iblei, del Prof. Giorgio Calabrese medico nutrizionista, di Angelo Aliquò Direttore generale ASP Ragusa, di Giuseppe Cicero referente del Progetto Fiera Mediterraneo Bimbi, del Prof. Riccardo Garosci Presidente Comitato Scuola EXPO 2015, di Carlo Cambi giornalista enogastronomico e di Dario Caltabellotta assessore regionale all’Agricoltura a cui spetteranno le conclusioni dell'incontro, moderato dal giornalista de La Sicilia Michele Nania. Incontro che riprenderà anche nel pomeriggio, moderato dal giornalista Davide Di Corato di Food and Travel, con gli interventi di Carmelo Arezzo, Segretario Generale CCIAA di Ragusa, sul ruolo della CCIAA nella promozione della Dieta Mediterranea, della Prof. Grazia Dormiente, Presidente Comitato Scientifico Le Vie del Cioccolato, che presenterà l'itinerario culturale europeo “Le vie del cioccolato: il contributo di Modica”, di Enzo Taverniti Presidente Aeroporto di Comiso, di Giovanni Antonio Cocco Direttore generale ISNART che parlerà de “I ristoranti italiani nel mondo, opportunità di conquista di nuovi mercati” e del giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, sul “Perché l’Italia ha così tanto da dire in fatto di alimentazione e stili di vita”. Tra gli interventi, anche quello di Giuseppe Barone, chef dell’Antico Convento dei Cappuccini, altro testimonial di tappa al quale spetterà il compito di cucinare presso il Centro Gastronomico Ragusa Ibla la cena inaugurale del Girolio d'Italia 2013.

La grande festa dell'olio a Ragusa continua comunque per l'intero week end: sabato 21 settembre qui si terrà anche la Giunta Nazionale delle Città dell'Olio, ma soprattutto ci saranno tante occasioni di degustazione, assaggi guidati di olio e prodotti tipici in Piazza San Giovanni, così come il corso divulgativo per bambini (ore 16) sulla conoscenza dell’olio extravergine d’oliva con assegnazione del Premio miglior piccolo assaggiatore, a cura di Giuseppe Cicero, con presentazione di un frantoio in miniatura e le varie fasi di processo della produzione dell’olio. A seguire, alle 17, l'incontro con il Dott. Antonio Salina Direttore dell’Istituto Zooprofilattico Regionale sul tema "La qualità delle produzioni agroalimentari a difesa dell’identità del territorio", preceduto dal saluto dell'On. Rosario Crocetta, Presidente della Regione Siciliana. Tra gli altri interventi previsti all'incontro, quello del giornalista enogastronomico Carlo Cambi che parlerà de "Le ricchezze agroalimentari del territorio ragusano e le opportunità di promozione", di Rosario Dibernardo Presidente SOACO il quale interverrà su "Aeroporto di Comiso: volano di incremento turistico", per finire con Mariarita Sgarlata dell'Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana. Alle 18 sarà ancora Giuseppe Cicero a guidare il corso di assaggio sulla conoscenza olio extra vergine d’oliva. Per l'intero week end - anzi, a partire dal 16 settembre - in molte vetrine del centro di Ragusa sarà di scena Girolio d'Italia Shopping – con possibilità di acquisti “premiati” - mentre in alcuni locali si potrà partecipare al Girolio d'Italia Happy Hour, con i bar del centro di Ragusa che presenteranno aperitivi con ricette a base di olio extravergine e ristoranti che proporranno menù a tema.

Domenica 22 settembre, il fine settimana siciliano apertosi con Girolio si conclude con l'evento in programma a Chiaramonte Gulfi - Piano dell'Acqua, ovvero la mostra fotografica del fotografo Vincenzo Cupperi accompagnata dall'intrattenimento musicale di Harmony Brass Quintet, il Corpo di Ballo Folkoristico Siciliano dell’University Dance di Vittorio Terranova e dalla degustazione di prodotti tipici e un interessante incontro dibattito su Opportunità Programmi UE 2014-2020 e Expo 2015 con Giorgio Carpenzano Ispettore Provinciale dell’Agricoltura che argomenterà su "Opportunità offerte al programma di sviluppo rurale 2007-2013", il Prof. Giovanni Distefano Direttore del Servizio Parco Archeologico Terraqueo di Kamarina il quale interverrà su "Olio antico: anfore e uomini nella Sicilia greca", il Prof. Riccardo Garosci del Comitato Scuola Expo Miur che relazionerà su “Internazionalizzazione del cibo: comunicare la qualità ai giovani, futuri protagonisti, anche con EXPO 2015”, il Prof. Stefano Ciliberti del Dipartimento di Scienze Economico-Estimative e degli Alimenti Cesar/Europe Direct dell'Università degli studi di Perugia, il quale argomenterà su “Pac 2014-2020 nuove sfide e opportunità per l’agricoltura italiana” e Sebastiano Gurrieri, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Ragusa al quale spetteranno le conclusioni.

Dopo Ragusa, la carovana dell'oro verde risalirà interamente lo Stivale per giungere il 22 settembre a Duino (TS) dove è in programma la tappa friulana. Terza tappa ad Arco (TN) in Trentino sabato 5 ottobre, mentre sabato 12 ottobre sarà San Paolo di Jesi (AN) ad ospitare la tappa marchigiana, a cui seguirà Lerici in Liguria sabato 19 e la Calabria con Saracena (CS) domenica 27 ottobre. Novembre sarà il mese in cui si concentrerà il maggior numero di tappe: domenica 3 novembre la carovana di Girolio sbarcherà in Sardegna a Dolianova (CA), per fare ritorno poi sul Continente per la tappa lucana di Melfi di sabato 9 novembre, a cui seguiranno nell'ordine la Campania con Caiazzo (CE) sabato 16 novembre, l'Emilia Romagna con Parma sabato 23 novembre e subito il giorno dopo, domenica 24 novembre, a Pove del Grappa (VI) in Veneto. A chiudere il ricco mese di novembre sarà la tappa toscana di Castagneto Carducci (LI), in programma per sabato 30 novembre. Domenica 1 dicembre toccherà invece all'Umbria, con Giano dell'Umbria (PG), mentre la festa dell'Immacolata dell'8 dicembre è la data scelta per Canino (VT). Sabato 14 dicembre sarà poi la volta dell'Abruzzo con Pescara, prima della tappa di chiusura di sabato 21 dicembre in Puglia, a Bitonto (BA).

Da quest'anno Girolio sperimenta la sua nuova dimensione "social", invitando tutti ad essere protagonisti delle tappe del tour del gusto immortalando i momenti più belli delle tappe Girolio scattando una foto con il cellulare, geolocalizzandola e condividendola su Instagram, Twitter e Facebook. L'’hashtag da utilizzare è #Girolio2013.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, don Piacentini accolto davanti alla chiesa con lo striscione "Siamo tutti sulla stessa barca"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento