OGM, Scalia: “un passo in avanti a tutela della “tipicita” e “qualita” dei prodotti italiani”

Il Senatore Francesco Scalia, membro della Commissione Agricoltura di Palazzo Madama, esprime soddisfazione per il decreto interministeriale che vieta in modo esclusivo la coltivazione di mais geneticamente modificato MON810 sul territorio...

Il Senatore Francesco Scalia, membro della Commissione Agricoltura di Palazzo Madama, esprime soddisfazione per il decreto interministeriale che vieta in modo esclusivo la coltivazione di mais geneticamente modificato MON810 sul territorio italiano.

“Questo provvedimento rappresenta un grande traguardo– ha commentato Scalia – e un altro passo verso la tutela del settore agroalimentare italiano, della biodiversità e dell'ambiente”.

Il decreto arriva dopo le mozioni approvate in Parlamento in cui si impegnava il Governo ad adottare misure urgenti a tutela della salute umana, dell'ambiente e del modello economico e sociale del settore agroalimentare italiano.

“L’agroalimentare – conclude Scalia – è un settore realmente ricco di spazi e opportunità, e in questi anni ha dimostrato di essere quello che meglio di altri resiste alla crisi economica. Per il nostro Paese investire in questo settore vuol dire soprattutto agire tutelando e salvaguardando la tipicità e la qualità dei nostri prodotti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento