Boom per Tarantelliri il festival della musica popolare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Grande successo per Tarantelliri il festival di musica popolare che si svolge a Castelliri in piazza Marconi il 26 e 27 agosto 2017, giunto alla sua nona edizione e che richiama un pubblico numerosissimo di appassionati non solo dalla provincia di Frosinone, ma da tutta Italia. L’evento che quest’anno vede protagonisti Gli Amarimai, conosciuto ed apprezzato gruppo lucano che unisce le sonorità della Basilicata a quelle della Puglia, e la Bandabardò, famosissima band folk rock italiana è stato patrocinato dalla XV Comunità montana Valle del Liri di Arce.


“Un appuntamento attesissimo quello del Festival tradizionale di Tarantelliri che porta in alto il nome della Ciociaria tutta grazie alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale della Puglia in particolare salentina e della Basilicata una fusione di linguaggi musicali capaci di coinvolgere migliaia di persone che potranno vivere due notti all’insegna della pace e del dialogo tra popoli. –dichiara il presidente dell’ente montano ing. Gianluca Quadrini-. Un plauso all’amministrazione comunale, agli organizzatori, alla Proloco e un sentito ringraziamento ai consiglieri comunali e comunitari Perna Antonio e Fiorini Claudio che hanno fortemente voluto che la XV Comunità montana sostenesse la manifestazione che rievoca le nostre tradizioni culturali affinchè non vadano mai dimenticate”.


A tal proposito è intervenuto anche il consigliere comunitario Perna Antonio:“Siamo orgogliosi perché questo è un evento di grande spessore musicale e culturale che rinnova la sua funzione di incontro di suoni e culture e che vede ormai la presenza di grandi nomi consolidati nel panorama della musica. I ritmi e le sonorità della tradizione trovano nuovi linguaggi per parlare al nostro presente, nuove alchimie musicali e testi autoriali carichi di quella memoria sociale che soddisfa il bisogno di non dimenticare”.


“La notte di Tarantelliri è diventata una delle manifestazioni più belle ed importanti di tutta la provincia. Nato come incontro musicale, sonoro e di culture il Festival non si smentisce nemmeno quest’anno accostando la musica popolare del sud Italia, a ricchi repertori di serenate e balli della tradizione popolare italiana quali saltarelli, ballarelle, pizziche, tarantelle entusiasmando tutti i presenti”-conclude il consigliere comunitario Fiorini Claudio.
 

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento