Castrocielo, importanti scoperte nell'area archeologia dell'antica Aquinum

Rinvenute tre splendide teste di marmo di età romana in prossimità delle rovine ancora emergenti del Teatro e del cosiddetto Tempio di Diana

Importanti scoperte nell'area archeologia dell'antica Aquinum a Castrocielo grazie ad una équipe di Archeologi dell'Università del Salento facenti parte del laboratorio di Topografia antica e fotogrammetria.  L'eccezionale ritrovamento è avvenuto durante le campagne di scavo dirette dal 2009 dal Prof. Giuseppe Ceraudo del Dipartimento di Beni Culturali dell'Università del Salento, su concessione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti. Si tratta di tre splendide teste di marmo di età romana rinvenute in prossimità delle rovine ancora emergenti del Teatro e del cosiddetto Tempio di Diana. La prima testa ritrovata è quella di un uomo con la barba molto probabilmente raffigurante Eracle; la seconda è quella di una donna con il volto velato ed ancora da identificare mentre infine l'ultima è una delle rarissime raffigurazioni di Giulio Cesare. Scolpite in marmo, probabilmente appartenenti ad un periodo storico tra l'"età Augustea e la Giulio Claudia", i reperti appaiono ben conservati, ma certo saranno necessarie altre indagini. La scoperta avvenuta nel sito archeologico ciociaro tra i più importanti del Lazio è arrivata fino al tg1 e sui canali nazionali. 

Le scoperte

Questi importantissimi rinvenimenti, che celebrano nel migliore dei modi il decennale degli scavi, sono frutto della decisa volontà di valorizzare il patrimonio storico e culturale di Aquinum, operando nel rispetto delle diverse competenze professionali, in sinergia ed in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio Frosinone Latina Rieti e sotto la direzione ed il coordinamento dell’Università del Salento. Questo ultimo intervento, in particolare, è conseguenza diretta di un'intensa attività di ricognizione aerea effettuata ad Aquinum anche con l'ausilio di Aeromobili a Pilotaggio Remoto (droni), che  ha portato all'individuazione della presenza di strutture sepolte interpretate come i resti di un grande edificio porticato disposto lungo la Via Latina, da mettere forse in connessione, vista la posizione centrale all'interno della Colonia, con l'area del Foro.

Gli open day 

I tre ritratti in marmo, oltre alla presentazione di tutte le altre novità acquisite nel corso della X Campagna di Scavi, saranno visibili in anteprima assoluta all'interno dell'Area Archeologica di Aquinum in occasione dell' Open Day autunnale Awuinum 2018 - Decennale degli SCAVI che si svolgerà il 29 e il 30 settembre. Il 29 settembre, inoltre, sarà inaugurata la Mostra Fotografica per il Decennale degli Scavi dal titolo "AQVINVM X. 10 Anni di scavi nell'Area Archeologica di Castrocielo" ed una serie di manifestazioni culturali collegate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto di Rosalia Di Vito - Pro Loco Castrocielo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Coronavirus, boom di decessi in provincia di Frosinone tra gli ormai 315 casi positivi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento