Eco Innovazione e Competitività delle Aree Industriali in Italia e nei Paesi del Mediterraneo

Un interessante Convegno si è svolto nei giorni scorsi presso la sede centrale dell’Enea, in via Giulio Romano 41, alla presenza di un pubblico molto folto e competente che, per tutta la giornata, ha avuto modo di ascoltare relazioni e tavole...

Un interessante Convegno si è svolto nei giorni scorsi presso la sede centrale dell’Enea, in via Giulio Romano 41, alla presenza di un pubblico molto folto e competente che, per tutta la giornata, ha avuto modo di ascoltare relazioni e tavole rotonde con dirigenti e ricercatori dell’Enea, del Ministero dell’Ambiente, della Ficei, della Luiss, e delle Province di Ancona, Bologna, Ragusa e Sassari, nonché di esperti internazionali provenienti da Bosnia Erzegovina, Germania, Grecia, Malta e Spagna. Le aree industriali insediate in Paesi caratterizzati da una forte tradizione manifatturiera, come quelli dell’Area Mediterranea, hanno una importanza strategica per il corretto sviluppo del Territorio. Nello stato attuale di duplice crisi, economica ed ambientale, si è dovuto prendere atto che, per far ripartire in modo durevole in comparto economico, non si possa prescindere dai principi dello sviluppo sostenibile, coniugato nei suoi tre paradigmi economico, ambientale e sociale. A valle di Rio+20, che si è svolto nel giugno del 2012, basandosi sui dati occupazionali della UE, si è consolidata l’idea che la Green Economy possa validamente contribuire alla soluzione della crisi in corso. Le Aree Industriali si trovano però nella necessità di attrezzarsi, da un punto di vista infrastrutturale ed organizzativo, per competere a livello globale e cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo dei nuovi paradigmi produttivi tipici della Green Economy. In questo percorso la presenza ed il contributo del Gestore di Area Industriale è essenziale per identificare le sinergie tra le imprese ed aumentare la efficienza di utilizzo delle risorse, sfruttando le opportunità offerte dall’insediamento sullo stesso territorio di numerose attività produttive. Il convegno Enea-Ficei ha inteso discutere del futuro delle Aree Industriali nei Paesi del Mediterraneo e del valore dell’eco-innovazione nelle infrastrutture e nei servizi come fattore competitivo. Nel corso della intensa giornata di lavoro sono stati presentati gli strumenti sviluppati nell’ambito del Progetto MEID – Mediterranean Eco Industrial Development, sono state riportate le esperienze concrete di alcune Aree Industriali che hanno partecipato al Progetto testando il modello gestionale, e sono stati messi in evidenza gli incentivi esistenti per le imprese. Il Convegno si è voluto rivolgere alle Pubbliche Amministrazioni, alle Imprese e ai Gestori di Aree Industriali, rappresentando una occasione per condividere, confrontare e scambiare esperienze diverse, discutendo il tema della competitività delle Aree Industriali in una ottica di Sviluppo Sostenibile. Il Progetto MEID è stato finanziato dai fondi comunitari del Programma di cooperazione transnazionale MED, conformemente ai recenti indirizzi della Commissione Europea, mirando a sviluppare un approccio condiviso in grado di integrare i principi della sostenibilità nella realizzazione e nella gestione di Aree Industriali Sostenibili (AIS) nei Paesi del Mediterraneo. L’obiettivo generale e principale è quello di mettere a punto e testare un modello gestionale utile a pianificare, realizzare e gestire Aree Industriali nei Paesi del Mediterraneo, con un innegabile sforzo di conoscenza e di diffusione dei risultati e di confronto con gli Enti Local

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento