Frosinone, inaugurato con successo lo spazio dedicato a Matteo Fontana 'Zaiet'

Una cerimonia emozionante tenutasi alla presenza dei familiari di Matteo, dell'architetto Marco Rateni realizzatore del progetto, dell'assessore Rossella Testa e del sindaco Nicola Ottaviani

Inaugurato con successo a Frosinone lo spazio verde dedicato a Matteo Fontana realizzato dall'architetto Marco Rateni, alla presenza della famiglia del giovane prematuramente scomparso. Erano presenti anche l'assessore Rossella Testa ed il sindaco Nicola Ottaviani. Una cerimonia emozionante e ricca di significato per tutti i presenti. Il giardino Zaiet (chiamato così dal soprannome di Matteo Fontana) è particolare nel suo design perchè è ispirato alle copertine di alcune band di musica rock, un genere musicale molto amato da Matteo.  
 

Le parole dell'architetto Rateni

Il sindaco Ottaviani ci tiene a confermare nel suo intervento prima del taglio ufficiale del nastro che a Frosinone sono importanti le piazze e gli spazi verdi come il giardino Zaiet supportato dall'assessore al centro storico Rossella Testa. "Noi siamo per le piazza e per il verde" confermano infatti entrambi. L'architetto Rateni ribadisce "Per la realizzazione dello spazio sono stati usati materiali riciclati o comunque naturali. Sono rappresentate nel giardino dedicato a Matteo Fontana le copertine degli album degli artisti che si sono esibiti allo Zaiet fest, festival nato dopo la scomparsa del giovane Matteo Zaiet. Per questo la Z, all'interno dello spazio. Per questo 29 piante in fiore, come 29 gli anni che avrebbe compiuto il giovane, scomparso a causa di una leucemia nel 2013. Gli artisti omaggiati in questa occasione sono Lacuna Coil, Korpiklaani, Extrema e Folkstone. Scansionando i qr-code posti sul tabellone, con ogni cellulare, si verrà condotti agli album di questi artisti per poterli ascoltare."

Il commento del sindaco Ottaviani

Il sindaco Ottaviani sottolinea l'importanza della sinergia creatasi per l'occasione "Questa è una collaborazione che abbiamo accolto con grande interesse esoddisfazione, che ci aiuta a coniugare l'esaltazione di un luogo pubblico come questa piazza con il ricordo di un giovane cittadino prematuramente scomparso, il tutto in uno spazio verde sottratto alle auto. Con l'assessore Testa abbiamo lavorato molto, e lo stiamo ancora facendo, per esaltare anche il profilo identitario del centro storico cittadino nella parte alta, un ambiente di tutti non solo dei residenti. Coniugare attività di socializzazione come queste con la musica è un'ottima iniziativa per omaggiare la famiglia e la città interna e che avvicina tutti anche alla musica, grande passione di Matteo".

Le conclusioni dell'assessore Rossella Testa

L'assessore Testa chiosa "Ho seguito questa storia fin dall'inizio, fin dalla partecipazione a' Fioriamo il centro', un messaggio di decoro urbano attraverso il verde. Conosco personalmente il fratello di Matteo ed è commuovente il ricordo e l'affetto di tutti nei confronti di questo ragazzo. Passando qui non si potrà fare a meno di ricordare e di pensare a Matteo."

La conclusione della cerimonia

In conclusione della cerimonia inaugurale è stata consegnata una targa quale ringraziamento simbolico al giovane architetto Marco Rateni che ha curato il progetto dal lato tecnico. "Ringrazio Matteo anche se non l'ho conosicuto personalmente per l'ispirazione che mi ha dato per creare questo luogo". Sono ovviamente seguiti anche i ringraziamenti  di Rateni alle istituzioni, molto collaborative, ai familiari ed agli amici di Zaiet. Traguardo raggiunto. Un giardino, buona musica, un bellissimo spazio verde a testimonianza di un ricordo che non morirà mai.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento