Frosinone, premiazione del Concorso “Tante lingue, una sola Europa” 2017

L'iniziativa è stata un fattivo contributo per stimolare i giovani studenti allo studio delle lingue straniere per la loro formazione scolastica e professionale

Si è svolta oggi, presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone, la cerimonia di premiazione del concorso “Tante lingue, una sola Europa”, promosso dall’ Europe Direct Frosinone e dalla Provincia di Frosinone. Ai primi tre posti Davide Ferri del Liceo Da Vinci di Sora, al secondo posto Matteo Del Vecchio, sempre del Liceo Da Vinci di Sora e al terzo posto, Riccardo De Santis del Liceo di Ceccano. Oltre alla premiazione, si è discusso anche di Cittadinanza europea, diritti fondamentali, servizio civile europeo, mobilità giovanile all’interno dell’Europa.

La competizione

Oggetto della competizione è stata una gara di traduzione linguistica  e commento riservata agli studenti regolarmente iscritti e frequentanti, per l’anno scolastico 2017/2018,le ultime classi (quarte e quinte) degli Istituti  Secondari di II grado della provincia di Frosinone. La finalità perseguita dal  concorso, giunto alla 9^ edizione, è stata quella di offrire un fattivo contributo alle celebrazioni legate alla “Giornata Europea delle Lingue”  (26 settembre) attraverso un’iniziativa diretta a rafforzare il ruolo chiave della scuola nell’incentivare la propensione dei giovani allo studio delle lingue, come passo fondamentale per acquisire capacità e competenze utili per il loro futuro formativo e professionale. All’edizione 2017 del concorso hanno partecipato 188 studenti provenienti da 18 Istituti scolastici dell’intero territorio provinciale, i quali si sono impegnati a tradurre dall’italiano all’inglese o francese o spagnolo (scelta a discrezione dello studente) di un testo dal titolo “Dal programma Erasmus al Corpo europeo di solidarietà: opportunità per giovani europei”.

L'argomento scelto

L’argomento prescelto è stato, quindi, un tema di stretta attualità, legato al trentennale del programma Erasmus ed all’istituzione dell’ESC rivolto proprio ai giovani europei. L’aspetto su cui si è posta maggiormente l’attenzione e sul quale si è inteso, soprattutto, stimolare le riflessioni degli studenti, è quello relativo agli strumenti che favoriscono la mobilità giovanile e gli scambi di esperienze all’interno dell’Unione europea.

Il commento di Antonio Pompeo presidente della Provincia

"La Provincia e lo Europe Direct Frosinone – ha spiegato il Presidente Pompeo -  ringraziano tutte le scuole che hanno aderito all’iniziativa, dimostrando ancora una volta una spiccata propensione a coltivare la dimensione “europea” dell’istruzione, nonché gli studenti che hanno preso parte alla competizione rivelando, nella maggior parte dei casi,  attraverso i contenuti delle loro elaborati, un forte senso di appartenenza all’Unione europea ed interesse ad approfondire la conoscenza dell’”Europa dei diritti e delle opportunità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento