Frosinone, premiazione del Concorso “Tante lingue, una sola Europa” 2017

L'iniziativa è stata un fattivo contributo per stimolare i giovani studenti allo studio delle lingue straniere per la loro formazione scolastica e professionale

Si è svolta oggi, presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone, la cerimonia di premiazione del concorso “Tante lingue, una sola Europa”, promosso dall’ Europe Direct Frosinone e dalla Provincia di Frosinone. Ai primi tre posti Davide Ferri del Liceo Da Vinci di Sora, al secondo posto Matteo Del Vecchio, sempre del Liceo Da Vinci di Sora e al terzo posto, Riccardo De Santis del Liceo di Ceccano. Oltre alla premiazione, si è discusso anche di Cittadinanza europea, diritti fondamentali, servizio civile europeo, mobilità giovanile all’interno dell’Europa.

La competizione

Oggetto della competizione è stata una gara di traduzione linguistica  e commento riservata agli studenti regolarmente iscritti e frequentanti, per l’anno scolastico 2017/2018,le ultime classi (quarte e quinte) degli Istituti  Secondari di II grado della provincia di Frosinone. La finalità perseguita dal  concorso, giunto alla 9^ edizione, è stata quella di offrire un fattivo contributo alle celebrazioni legate alla “Giornata Europea delle Lingue”  (26 settembre) attraverso un’iniziativa diretta a rafforzare il ruolo chiave della scuola nell’incentivare la propensione dei giovani allo studio delle lingue, come passo fondamentale per acquisire capacità e competenze utili per il loro futuro formativo e professionale. All’edizione 2017 del concorso hanno partecipato 188 studenti provenienti da 18 Istituti scolastici dell’intero territorio provinciale, i quali si sono impegnati a tradurre dall’italiano all’inglese o francese o spagnolo (scelta a discrezione dello studente) di un testo dal titolo “Dal programma Erasmus al Corpo europeo di solidarietà: opportunità per giovani europei”.

L'argomento scelto

L’argomento prescelto è stato, quindi, un tema di stretta attualità, legato al trentennale del programma Erasmus ed all’istituzione dell’ESC rivolto proprio ai giovani europei. L’aspetto su cui si è posta maggiormente l’attenzione e sul quale si è inteso, soprattutto, stimolare le riflessioni degli studenti, è quello relativo agli strumenti che favoriscono la mobilità giovanile e gli scambi di esperienze all’interno dell’Unione europea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento di Antonio Pompeo presidente della Provincia

"La Provincia e lo Europe Direct Frosinone – ha spiegato il Presidente Pompeo -  ringraziano tutte le scuole che hanno aderito all’iniziativa, dimostrando ancora una volta una spiccata propensione a coltivare la dimensione “europea” dell’istruzione, nonché gli studenti che hanno preso parte alla competizione rivelando, nella maggior parte dei casi,  attraverso i contenuti delle loro elaborati, un forte senso di appartenenza all’Unione europea ed interesse ad approfondire la conoscenza dell’”Europa dei diritti e delle opportunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

  • Supera l'auto della Polizia Provinciale, ma la multa per eccesso di velocità viene annullata perché illegittima

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento