MÒSHÌ: un viaggio in Ciociaria tra design contemporaneo e manufatti delle botteghe artigiane

Obiettivo primo di MÒSHÌ è la comunicazione delle eccellenze del territorio ciociaro nel mondo del progetto e a livello internazionale

Nasce un nuovo progetto che lega il design italiano al lavoro di sapienti mani artigiane — MÒSHÌ (www.moshi-ciociaria.it) — è il racconto di un viaggio attraverso i paesi e i simboli della Ciociaria, i territori del Lazio, a pochi chilometri da Roma, dalle radicate tradizioni popolari.

Curato da Paolo Emilio Bellisario e promosso da ASPIIN – Azienda Speciale Internazionalizzazione e Innovazione Camera di Commercio di Frosinone, MÒSHÌ, tipica espressione dialettale (“Adesso sì!”) che sottolinea la volontà di creare un’identità per il territorio, coinvolge un affiatato gruppo di creativi: il designer Giulio Iacchetti www.giulioiacchetti.com, che porta la sua cultura del progetto di oggetti semplici, funzionali, popolari, lo studio di architettura multidisciplinare NINE associati www.studionine.it e la giovane casa editrice Iam Edizioni www.iamciociaria.it, entrambi con base a Frosinone, cuore della Ciociaria.

Alla fine di maggio 2019, il gruppo si è avventurato in un viaggio di tre giorni attraverso i manufatti, le forme archetipiche di utensili e suppellettili realizzati con i materiali e le lavorazioni propri della tradizione laziale, e attraverso oggetti che esprimono in modo chiaro e inequivocabile lo spirito di una terra.

Giulio Iacchetti, guidato dai creativi locali e dalle conversazioni con artigiani, ceramisti, pellettieri, falegnami e molti altri, ha scelto di sviluppare quattro filoni di ricerca e produzione di manufatti significativi per il loro valore iconico intrinseco.

Dall’incontro con il mondo contadino delle anfore in terracotta e rame, rispettivamente — la cannata e la conca — alla visita al laboratorio di uno storico produttore di campanelle in ceramica di Arpino, passando dalla bottega di un giovane calzolaio esperto di ciocie, le antiche calzature in cuoio, fino a Villa Latina per fare la conoscenza della zampogna ciociara.

“Tre giorni in una terra ricca di tradizione sono serviti per cercare di comprendere la storia di tanti oggetti che, nati in epoche remote, ancora trasmettono l’identità di un popolo e di un’antica area geografica.” afferma Giulio Iacchetti fra le parole di un diario di viaggio.

Obiettivo primo di MÒSHÌ è la comunicazione delle eccellenze del territorio ciociaro nel mondo del progetto e a livello internazionale. Rileggere le forme e renderle contemporanee, mediante una reinterpretazione rispettosa che, allo stesso tempo, mantenga l’essenza simbolica degli elementi ed elimini tutto ciò che è ridondante e marcatamente folkloristico.

Dopo la presentazione alla comunità locale, MÒSHÌ entra nella sua fase di prototipazione e sviluppo che vedrà la stretta collaborazione fra il designer italiano e gli artigiani locali per arrivare alla commercializzazione vera e propria.

L’iniziativa si pone molteplici obiettivi: mettere in comunicazione gli artigiani con Internoitaliano, il brand diffuso ideato proprio da Giulio Iacchetti che valorizza la tradizione manuale italiana; aprire la Ciociaria al mondo della moda grazie alla nascita di un nuovo marchio di calzature e a quello della musica con una zampogna contemporanea per gli istituti musicali e universitari; infine, creare un concorso artistico internazionale per rileggere le storiche campanelle in ceramica.

“MÒSHÌ è un progetto fortemente voluto, perché favorisce il rilancio e la promozione delle imprese, sia a livello nazionale che internazionale, comunicando in maniera innovativa e trasversale i valori umani e materiali del nostro territorio.”  spiega Genesio Rocca, Presidente di ASPIIN – Azienda Speciale Internazionalizzazione e Innovazione Camera di Commercio di Frosinone

MÒSHÌ è il frutto dell'incontro tra laboratori artigiani e aziende manifatturiere che incarnano l’eccellenza della Ciociaria, e il design attuale. Una vera e propria fabbrica diffusa sul territorio che dà vita a una collezione di prodotti ispirati alle lavorazioni, ai materiali e alla storia locale con un twist contemporaneo.

Per ulteriori informazioni, contattare l’ufficio stampa di MÒSHÌ: mint LIST (Giulia Milza, Maria Azzurra Rossi) press@mintlist.info.

CREDITI

MÒSHÌ

Promosso da: ASPIIN – Azienda Speciale Internazionalizzazione e Innovazione Camera di Commercio di Frosinone www.aspiin.it

A cura di: Paolo Emilio Bellisario (NINE associati)

Designer: Giulio Iacchetti

In collaborazione con: NINE associati, Iam Edizioni

      

                                                                                                     

                                                                                                

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Alatri, Giancarlo Straccamore trovato morto nella sua abitazione

  • Raid notturno a casa della fidanzata dell'albanese che ha sparato ad un suo connazionale

  • Omicidio Mollicone, Lavorino alle Iene: "Serena uccisa dal brigadiere Santino Tuzi"

  • Buone notizie per l’ospedale di Frosinone, ostetricia e ginecologia premiati con due bollini rosa

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento