Paliano, le Strutture Residenziali Socio Riabilitative Casa Johnny e Casa Mary non si fermano

Il manifesto di solidarietà degli utenti e il ringraziamento dell’Amministratore Enzo Prisco al personale presente in struttura

I ragazzi di Casa Johnny e Casa Mary esprimono la loro solidarietà in questo momento difficile per il Paese.

"Noi che ogni giorno dobbiamo affrontare la lontananza dei nostri cari e le uscite programmate, perché non sempre stiamo bene per andare a fare una passeggiata, ce la stiamo mettendo tutta in questa emergenza e siamo costretti a privarci anche di un abbraccio. E allora se noi ci stiamo riuscendo, potete riuscirci anche voi! Restate a casa e torneremo ad abbracciarci!"

Il percorso riabilitativo non si ferma e se questo è possibile è sicuramente grazie al lavoro del personale presente in struttura. Operatori, OSS, infermieri, medici, psicologi non si fermano. La salute non si ferma.

"Noi ci siamo.  Johnny&Mary c’è.  È lo spirito che da sempre ha accompagnato il nostro progetto comunitario nel quale, da qualche tempo, raccontiamo il nostro lavoro, le nostre persone, le nostre eccellenze. Anche in questi giorni così difficili per tutti, Noi ci siamo. Ci siamo per i nostri ospiti, ai quali abbiamo assicurato la continuità delle nostre attività adottando tutte le misure necessarie a garantirne la sicurezza. Ci siamo per le famiglie e per tutte le persone con cui lavoriamo quotidianamente non facendo mai mancare il nostro supporto e la nostra professionalità. Ci siamo, soprattutto, per garantire continuità assistenziale in un momento così delicato, dove le scelte necessarie per il contenimento del virus rischiano di mettere in difficoltà il lavoro con i nostri ospiti i quali, grazie alle iniziative adottate, stanno comprendendo il particolare momento. Ma, soprattutto, ci siamo per chi lavora con noi e grazie a chi lavora con noi: sono loro le persone grazie alle quali tutto ciò è possibile. In questi giorni così complessi, ci siamo organizzati al meglio per riuscire a coniugare sicurezza e continuità delle attività. Chi ha potuto, sta usufruendo dell’opportunità di lavorare da casa. Per voi altri – penso principalmente a chi lavora sul campo – tutto questo non è possibile. Eppure, tutti hanno risposto “presente” con grande senso di responsabilità" . Lo conferma il Direttore Amministrativo Enzo Prisco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento