Roma, a Termini, in manette due persone ed altre 35 denunciate a piede libero per molestie ai passeggeri in transito 

Proseguono senza sosta, i servizi straordinari di controllo antidegrado in tutta l’area dello scalo ferroviario di Roma Termini  da parte dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini coadiuvati dai Carabinieri della Compagnia Speciale e da quelli...

Stazione termini interno

Proseguono senza sosta, i servizi straordinari di controllo antidegrado in tutta l’area dello scalo ferroviario di Roma Termini da parte dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini coadiuvati dai Carabinieri della Compagnia Speciale e da quelli dell’8° Reggimento Lazio. Dopo i 43 denunciati dei giorni scorsi, nelle ultime 24 ore, i Carabinieri hanno arrestato due taccheggiatori e denunciato a piede libero altre 35 persone.

In manette sono finiti due cittadini romeni, di 21 e 38 anni, sorpresi dopo aver rubato alcuni capi d’abbigliamento per un valore di 350 euro all’interno di un negozio del “Forum Termini”.

Le 35 denunce, invece, sono scattate nei confronti di 12 uomini e 23 donne, tutti cittadini romeni di età compresa tra i 18 e i 44 anni, provenienti da Aprilia (LT), sorpresi dai Carabinieri all’interno della stazione ferroviaria mentre molestavano i passeggeri in transito nei pressi delle biglietterie automatiche, chiedendo loro insistentemente delle offerte in denaro.

Tutti i denunciati, inoltre, erano già sottoposti al foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma.

EUR – DUE RAPINE IN STRADA NEL GIRO DI POCHI MINUTI.FRATELLI GEMELLI ARRESTATI DAI CARABINIERI.

Hanno trascorso la serata con alcuni conoscenti, poi, non avendo nulla di meglio da fare, si sono messi ad aggredire e rapinare i passanti di viale dell’Agricoltura, all’Eur. Così, la scorsa notte, due fratelli gemelli, entrambi romani di 22 anni, incensurati, insieme alla loro combriccola di coetanei, approfittando dell’oscurità, si sono resi responsabili di due distinti agguati nei confronti di tre persone, tutti romani di età compresa tra i 24 e i 40 anni. Il modus operandi è stato lo stesso in entrambi i casi: facendo leva sulla loro superiorità numerica, aggredivano a calci e pugni le loro vittime strappandogli di dosso quanto avevano di valore. Il secondo colpo, però, gli è stato fatale perché a notare il parapiglia, da lontano, sono stati i Carabinieri di una “gazzella” del Nucleo Radiomobile di Roma che sono immediatamente intervenuti.

Il branco si è dileguato in varie direzioni, ma i militari, dopo un lungo inseguimento a piedi, sono riusciti a bloccare i due gemelli.

Durante la perquisizione, parte della refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari.

I Carabinieri stanno lavorando all’identificazione dei complici che sono riusciti, per il momento, a far perdere le loro tracce. Due delle vittime sono dovute ricorrere alle cure dell’ospedale “Sant’Eugenio” dove sono state riscontrate, rispettivamente, da 10 e 30 giorni di prognosi a causa delle lesioni riportate nella violenta aggressione posta in essere dal gruppo di rapinatori.

I fratelli sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo: dovranno rispondere di rapina in concorso.

CASALOTTI – SORPRESI IN CASA CON MINI PIANTAGIONE DI MARIJUANA.

ARRESTATI DUE PUSHER.

I Carabinieri della Stazione Roma Casalotti hanno arrestato due cittadini stranieri, un 31enne del Senegal e un 48enne della Mauritania, entrambi con precedenti penali, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, avuto sentore dei loro traffici illeciti, hanno deciso di controllare gli spostamenti dei due africani: nella giornata di ieri, i Carabinieri hanno deciso di far scattare il blitz nell’abitazione in loro uso, ubicata in via Casal Selce, sequestrando circa 600 gr. di marijuana già essiccata e 35 piantine di cannabis ancora interrate. Ipusher sono stati portati in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • Si innamora di una donna, lei lo incastra con delle foto intime e si fa dare quasi 20 mila euro

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento