San Cesareo, "Marionette senza fili" dopo 11 anni lascia il teatro Giulanco

Con amarezza e rammarico l'associazione spiega i motivi della vicenda tra la solidarietà dei cittadini

L’associazione “Marionette senza fili”, con estremo rammarico e dopo ben 11 anni di attività sempre a vantaggio ed a disposizione della comunità, lascia la gestione e la direzione del Teatro “Giulanco” di S. Cesareo.

Questi i fatti. L’amministrazione comunale con delibera di Giunta n. 39 del 5 marzo u.s. ha stabilito il pagamento di un canone pari a 1.200 euro mensili, fino al 30 giugno 2019, per la gestione del teatro ed anche il pagamento degli arretrati a partire da gennaio 2019, IVA compresa. Quindi, con una comunicazione inviata all’associazione in data 30 aprile u.s., è stato richiesto il pagamento di una somma totale pari a 7.200,00 euro da Gennaio 2019 al 30 giugno 2019. “Marionette senza fili” si è sempre dimostrata ben disposta a pagare un canone per l’utilizzo di uno spazio pubblico - precisando che tutti i materiali per renderlo un vero e proprio teatro sono di proprietà esclusiva dell’associazione e di conseguenza saranno portati via ad eccezione delle poltrone – presentando al Comune richieste ufficiali per predisporre una convenzione che regolamentasse la gestione e l’utilizzo del teatro, in ultima quella datata 6 settembre 2018, senza avere mai risposta. Ma l’istanza, così come presentata, non appare congrua anche perché non ci sarebbe la possibilità di una progettualità futura dato che dal 1 luglio in poi si dovrebbe attendere la decisione dell’Amministrazione sulle modalità di gestione del teatro “Giulanco” che potrebbe spaziare da una gestione comunale diretta, alla emanazione di un bando di gara con manifestazione di interesse a cui tutte le associazioni culturali, giustamente, potranno partecipare o la concessione a terzi, diversi dai soggetti di cui sopra. Nonostante si sia cercato di trovare un accordo di mediazione con l’amministrazione comunale, ogni tentativo è stato vano. Ringraziamo tutti i cittadini e gli appassionati di teatro, i bambini e gli adulti che frequentano i nostri corsi di teatro e gli amici che ci sono vicini in questa situazione difficile e ricca di amarezza. Per questo l’associazione ci tiene a confermare che i laboratori teatrali scolastici – oggetto di un bando dell’istituto comprensivo di S. Cesareo vinto da Claudio Tagliacozzo – non sono coinvolti in questa vicenda e saranno portati avanti fino alla loro naturale conclusione, cioè fino alla messa in scena dei saggi di fine anno, senza ulteriori ritardi o problemi, e che i corsi di teatro pomeridiani per bambini e ragazzi e l’Accademia di teatro per gli adulti continueranno, senza aggravi per i partecipanti, negli stessi orari ma presso la sala parrocchiale della chiesa di S. Giuseppe, grazie alla cortese disponibilità di Don Guido. Ci teniamo a pubblicare, per far conoscere a tutti la situazione ed evitare sterili polemiche, lo scambio di documentazione avvenuta tra Marionette senza fili e l’amministrazione comunale. La nostra attività continua e vi terremo aggiornati. La cultura non è la ciliegina sulla torta, la cultura è la torta!

Per essere aggiornati seguiteci sulla nostra pagina Facebook ufficiale e sul nostro sito www.marionettesenzafili.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, fiumi di droga dagli appartamenti Ater al resto della città. Ecco chi sono i sei arrestati (foto e video)

  • Bimbo di tre anni precipita dal secondo piano mentre gioca con una sedia (video)

  • Arpino, i genitori 'alzano la voce' sulle scelte della dirigente scolastica: "Vogliamo tutelare i diritti dei nostri figli"

  • Incidente in A1, traffico intenso tra Ceprano e Frosinone

  • Simone Maini esce di strada con l’auto e muore tra le lamiere

  • Omicidio Mollicone, parlano Franco e Marco Mottola (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento