Sora, "Crowdfunding: economia, innovazione e impresa sociale", convegno per il mese dell’innovazione

L'evento si terrà oggi presso il Centro Pastorale San Luca ed è organizzato dall’associazione di promozione sociale Fri3nd e dalla piattaforma di crowdfunding sociallendingitalia.net, in collaborazione con il Rise Hub di Broccostella e con il patrocinio del Comune

In occasione del Mese dell’Innovazione, oggi, sabato 21 ottobre 2017, alle ore 16, presso il Centro Pastorale San Luca di Sora, Via Conte Canofari (Villa Angelina), Sala Facchini, si terrà l’evento organizzato dall’associazione di promozione sociale Fri3nd e dalla piattaforma di crowdfunding sociallendingitalia.net, in collaborazione con il Rise Hub di Broccostella, con il patrocinio del Comune di Sora.

Impresa sociale e innovazione

Non c’è dubbio che i concetti di impresa sociale e di innovazione sociale sono contigui e sempre più sovrapponibili. Ciò significa che l’uno (quello di innovazione) include anche l’altro (quello di impresa) come sostengono, ad esempio, diversi studiosi e come sembra accettare la stessa Commissione Europea nel testo della Social Business Initiative. E in particolare può significare che, come sostengono gli studiosi che si riconoscono nella “social innovation school”, quello di innovazione sociale sia un concetto più generale e più utile per cogliere una serie di fenomeni emergenti, tra cui quello dell’imprenditorialità sociale.

Concetti non separati

Le ragioni a favore della opportunità di mantenere i due concetti non separati sono almeno due. La prima discende dalla stessa definizione di innovazione sociale volta a cogliere la capacità di inventare nuovi prodotti (servizi soprattutto) ad elevato impatto sociale o nuovi processi produttivi di servizi già esistenti che ne riducano i costi e ne aumentino la qualità. Così definita l’innovazione sociale può essere originata non solo da qualsiasi istituzione pubblica o privata, organizzata o meno in forma di impresa, anche con finalità di profitto, ma anche più semplicemente da gruppi informali di cittadini. La seconda ragione va invece ricercata nel concetto stesso di impresa anche se non necessariamente deve essere o è utile che sia innovativa. L’impresa sociale può nascere, prosperare e svolgere pienamente la propria funzione sociale anche semplicemente riproponendo servizi e modelli produttivi e organizzativi già collaudati da altre imprese, se in questo modo risponde ad una domanda insoddisfatta. Oppure riprendendo e dando un’organizzazione stabile a qualche innovazione introdotta da gruppi informali di cittadini, come è stato per la cooperazione sociale all’inizio del suo sviluppo. Guardando all’innovazione dal lato dell’impresa si potrebbe addirittura affermare che se un’innovazione trova “imitatori” vuol dire che è destinata ad avere una gran rilevanza sociale. Se tutto ciò è vero, resta quindi da chiedersi come spingere affinchè si possa tendere sempre di più a far coincidere i due concetti e a sottolineare, come fa la Commissione Europea, come le imprese sociali siano anche portatrici di innovazione sociale.

I finanziamenti

Non ultimo, come si può sostenere sia l’innovazione che l’impresa sociale: agevolarle con forme innovative di finanziamento anche da basso per la realizzazione di programmi di sostegno economico finalizzati alla creazione o allo sviluppo di organizzazioni operanti nell’ambito della economia sociale, in qualunque settore e sul territorio locale e su quello nazionale.

Ospiti ed interventi

 Prof. Francesco Ferrante, Pro Rettore al Job Placement e alla creazione di Impresa, Responsabile Imprendilab UNICAS: cosa significa oggi il “Fare Impresa”

– Prof. Stefano Supino, Docente ed esperto di imprenditorialità tecnologica e sociale, Responsabile formazione Imprendilab UNICAS: come l’impresa sociale può nascere, prosperare e svolgere pienamente la sua funzione sociale.

– Dott.ssa Chiara Buongiovanni, Giornalista e Comunication manager APRE, esperta nei temi di cittadinanza attiva, innovazione sociale e nuovi modelli nelle organizzazioni complesse: definizione di innovazione sociale volta a cogliere la capacità di inventare nuovi prodotti (servizi soprattutto) ad elevato impatto sociale e originata non solo da qualsiasi istituzione pubblica o privata, ma anche più semplicemente da gruppi informali di cittadini.

– Prof. Maurizio Esposito, Docente ed esperto di sociologia, ricerca e progettazione sociale, Responsabile del Laboratorio Ricerca Sociale UNICAS: acquisizione delle competenze di sviluppo organizzativo e dell’ innovazione sociale che puntino ad un valore condiviso sul territorio.

Seguirà un focus su le forme di sostegno economico finanziario per l’innovazione sociale e per l’impresa sociale alla luce della nuova riforma del Terzo Settore: il Crowdfunding come opportunità per gli ETS, fenomeno col quale il mondo sociale deve misurarsi se intende trovare risposte innovative ai problemi sociali e ambientali che ci circondano.

Nella parte finale dell’incontro, breve presentazione di idee e progetti a vocazione sociale come possibili esempi di applicazione sul nostro territorio.

Moderano i due fondatori di Fri3nd e Sociallending: Stefano Grimaldi e Ida Meglio.

Potrebbe interessarti

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

  • Pontecorvo, la città saluta il tenente De Lisa

I più letti della settimana

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma, fissati i funerali di Corrado Romoli

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Segni, la città piange il caro Giampaolo Tummolo

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • Sora, l'omelia 'sovranista' di don Donato durante la processione di San Rocco (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento