Trevi nel Lazio, “Proteggiamo il futuro”

E’ il tema del convegno  che si terrà a Trevi nel Lazio presso la scuola secondaria  giovedì 20 Aprile 2017 alle ore 15,00 alla presenza del Sindaco Avv. Silvio Grazioli e del Dirigente Scolastico Prof. Tommaso Damizia, del dott. Domenico De...

Convegno trevi

E’ il tema del convegno che si terrà a Trevi nel Lazio presso la scuola secondaria giovedì 20 Aprile 2017 alle ore 15,00 alla presenza del Sindaco Avv. Silvio Grazioli e del Dirigente Scolastico Prof. Tommaso Damizia, del dott. Domenico De Santis Speologo, del Gruppo Volontari Protezione Civile di Trevi nel Lazio, della Confraternita Misericordia di Trevi nel Lazio, della Dott.ssa Silvia Salvatori Psicologo-Psicoterapeutica.

Sarà l’occasione per la presentazione del progetto “Pensa Sicuro” a cura del prof. Andrea Ferriello e della Dott.ssa Katia Colavecchi.

Ogni anno, dicono gli organizzatori del convegno, si verificano in Italia, tra le mura domestiche o a scuola, numerosi incidenti. In realtà non ci sono degli oggetti o dei posti davvero "pericolosi", il fatto è che a casa o a scuola facciamo una serie infinita di cose: studiamo, giochiamo, corriamo, guardiamo la televisione. Queste non sono certo attività a rischio, ma alcune di esse lo possono diventare se non vengono svolte in maniera corretta: distrazione, noncuranza, fretta o motivi anche esterni al nostro comportamento (ad esempio il modo stesso in cui sono fatti certi oggetti che utilizziamo o parti degli edifici in cui ci muoviamo) possono diventare fattori di rischio e fonte di pericolo.

All'interno dell'istituzione scolastica si ritiene dunque necessario promuovere e favorire la cultura della sicurezza per interiorizzare comportamenti che ci permettano sia di fronteggiare l’emergenza, sia di ridurre al minimo la possibilità di incidenti.

Si tratta di valorizzare un certo atteggiamento nei confronti dell’ambiente in cui quotidianamente ci muoviamo e di sollecitare il coinvolgimento e la convinta partecipazione di tutte le componenti scolastiche in un processo organico di crescita collettiva, con l'obiettivo di avere consapevolezza del livello di sicurezza sostanziale della scuola.

Il progetto "PENSA SICURO “ è strettamente connesso con l'intero processo formativo dell'alunno, infatti la scuola secondaria di Trevi nel Lazio valorizza le potenzialità di tutti gli allievi, prestando particolare attenzione a quei saperi che possono migliorare la propria vita e quella altrui, con atteggiamenti e comportamenti che aumentano il senso di responsabilità; atteggiamenti e comportamenti per vivere in sicurezza e per fronteggiare anche grandi calamità, di fatto imprevedibili, come i terremoti.

Il terremoto, oggi più che mai, è uno di quei fenomeni naturali che richiedono conoscenza e consapevolezza delle norme di sicurezza, tanto per quel che riguarda gli aspetti legati alla prevenzione quanto per i corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza, che spesso possono risultare decisivi per salvare la vita; e gli eventi di Amatrice e di tutti quei paesi colpiti duramente dal recente terremoto sono lì a testimoniarlo drammaticamente”.

Giorgio Alessandro Pacetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento