Colleferro, On. Renzo Carella (Pd): “il Commissario di LazioAmbiente gestisce l’azienda come cosa privata”

On. Renzo Carella (Pd): il Commissario di LazioAmbiente gestisce l’azienda come cosa privata. Clientelismo e sprechi, assunzioni per conoscenza e sperperi definiscono la sua gestione mentre 30 lavoratori rimangono cassaintegrati e in ogni dove si...

On. Renzo Carella (Pd): il Commissario di LazioAmbiente gestisce l’azienda come cosa privata. Clientelismo e sprechi, assunzioni per conoscenza e sperperi definiscono la sua gestione mentre 30 lavoratori rimangono cassaintegrati e in ogni dove si fanno tagli per risparmiare.

“Il Commissario di LazioAmbiente, Conte gradito e voluto dall’ex presidente Polverini, con un’esperienza politica passata con la Pdl gestisce la società regionale come se fosse sua cosa privata, procedendo senza freni e senza senso di responsabilità”, afferma l’on. Renzo Carella “ Mentre ci sono 30 lavoratori in cassaintegrazione e si fanno tagli in ogni dove per risparmiare, assume 6 nuove persone, 4 quadri, un direttore generale e un direttore amministrativo. I 4 quadri sono esattamente le 4 persone che in maniera clientelare aveva già individuato, realizzando per loro un bando di assunzione personalizzato.

Visto il suo passato politico ha ritenuto opportuno inserire anche il nipote di un sindaco di centro-destra. Nel ruolo dei direttori, per uno si tratta di nuovo di un ex carabiniere e fermo restando la mia massima stima per l’arma, non capisco che tipo di professionalità si può spendere visto che LazioAmbiente si occupa di gestione e smaltimento dei rifiuti. I due nuovi direttori costerebbero all’agenzia regionale 500 mila euro l’anno.

La mancanza di trasparenza, il clientelismo, l’opacità nella gestione di LazioAmbiente non possono essere più tollerate, la società con i suoi 500 lavoratori è una realtà importante che va salvaguardata e guidata in maniera diversa per far in modo che diventi veramente protagonista in positivo di una gestione dei rifiuti virtuosa e che concorra e aiuti nel cambiamento delle politiche ambientali regionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre ad oggi le decisioni, assolutamente unilaterali vengono prese con l’assenza di un piano industriale condiviso dalla Regione e con la mancanza di una strategia operativa. Per cambiare è necessaria una nuova guida e persone scelte non per conoscenza ma per capacità. Per questo facciamo appello al presidente Zingaretti affinché valuti con la giusta severità la situazione e la risolva”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Il 2 giugno i funerali di Guglielmo Mollicone. Oggi l'anniversario della morte di Serena

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento