Frosinone, anziani in gita grazie al fondo “Solidiamo”

Quando una promessa diventa realtà. Prendono corpo i progetti e le iniziative finanziati con il fondo Solidiamo, fortemente voluto dall’amministrazione Ottaviani,

Quando una promessa diventa realtà. Prendono corpo i progetti e le iniziative finanziati con il fondo Solidiamo, fortemente voluto dall’amministrazione Ottaviani,

alimentato dal risparmio del 50% sulle indennità di sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale e sui gettoni di presenza dei consiglieri comunali. Il primo a partire è stato il Progetto Anchise, il progetto rivolto agli anziani ed articolato in corsi di formazioni per l’utilizzo di internet e dei social network, in corsi di attività fisica ed educazione alimentare, in corsi di musica, arte e ballo, in corsi di educazione alimentare, lingua straniera e scrittura creativa e cucito, corsi di nuoto e in viaggi culturali in musei, siti archeologici e monumentali.

Dopo lo splendido viaggio culturale a Napoli e dintorni, nei giorni scorsi è stato organizzato dal Comune di Frosinone, con i fondi recuperati dall’autotassazione del 50% da parte del Primo Cittadino, della Giunta e dei Consiglieri, un altro viaggio culturale di due giorni a Viterbo e Tarquinia. Due pullman pieni di anziani con al seguito le operatrici della cooperativa OSA si sono recati nella Tuscia per una gita dall’alto valore artistico-culturale. Nel capoluogo della Tuscia la comitiva ha potuto visitare dei gioielli di architettura come il palazzo del Podestà, il palazzo della Prefettura, il palazzo dei Priori e la torre dell’Orologio. Obbligatoria poi la tappa alla chiesa di Santa Rosa e poi al Borgo di san Pellegrino, a Piazza della Morte, a palazzo Farnese, a Casa di Valentino della Pagnotta e alla grande piazza san Lorenzo dove è allestito un palco per le varie rappresentazioni dell’estate viterbese. Infine è stata la volta del palazzo dei Papi e della Cattedrale di san Lorenzo. Nel secondo giorno la comitiva si è recata a Tarquinia, con la visita della necropoli etrusca dei Monterozzi, del “Museo Civico Vitelleschi”, della via principale Vittorio Emanuele, del Municipio, della chiesa di San Martino, della chiesa di San Giovanni, del Duomo dedicato a Santa Margherita, della chiesa della Madonna di Valverde (patrona della città) e della chiesa di Santa Maria del Castello.

“Siamo davvero entusiasti del successo delle diverse iniziative che stiamo portando avanti - ha detto l’assessore ai servizi sociali Carlo Gagliardi - grazie al fondo Solidiamo, una vera e propria rivoluzione nel modo di fare amministrazione in Italia, stiamo venendo incontro alle esigenze dei giovani e degli anziani della nostra città, mettendo in campo progetti dalle alte finalità sociali e culturali. L’apprezzamento mostrato verso quanto stiamo facendo ci conforta sulla bontà delle scelte operate”.

VERSO IL COMPLETAMENTO DELL’ASILO NIDO MEZZACORSA

Lavori in dirittura d’arrivo per l’asilo nido denominato “ Mezzacorsa”, sito in via Fedele Calvosa. La costruzione costituita da un solo piano fuori terra, della superficie di circa 690 metri quadrati, è destinata ad accogliere 60 bambini ed è stata organizzata individuando quattro distinti nuclei (moduli) che possono ospitare gruppi di quindici bambini, di cui un modulo per lattanti, un modulo per semidivezzi e due moduli per divezzi.

I moduli sono organizzati in modo da avere un’area per il riposo ed un’area per il gioco e l’alimentazione, completi di un’area per servizi.

I moduli sono serviti da un ampio corridoio che si articola in alcuni “recessi” all’ingresso degli stessi, in modo da creare degli spazi di accoglienza dei genitori. Nella parte est (ingresso) è stato organizzato il nucleo dei servizi, costituito da un deposito carrozzine, una cucina con dispensa, wc cuochi, una lavanderia - stireria, un nucleo di spogliatoi e bagni per il personale ausiliario, con vuotatoio, un bagno per portatori di handicap; nella parte opposta (lato ovest) un piccolo ambulatorio ed il nucleo servizi per le puericultrici. I due nuclei servizi ed il corridoio sono stati progettati con copertura piana (il corridoio leggermente più basso). Su tali coperture possono essere collocati vari tipi di impianti.

I nuclei per i bambini sono coperti con solaio inclinato che consente di ottenere delle finestre "alte" contrapposte alle finestre principali per favorire il naturale ricambio di aria. Il sovrastante tetto a falde, che copre tutti i nuclei per i bambini, è realizzato ancorando leggeri pannelli di copertura ad arcarecci metallici portati dalle travi in cemento armato che chiudono a timpano alcuni telai portanti. Le due falde hanno pendenza diversa in modo da ottenere una maggiore inclinazione per la falda rivolta verso sud, al fine di massimizzare l'efficienza dei pannelli fotovoltaici da installarvi. Le strutture sono in conglomerato cementizio armato ordinario gettato in opera, costituite da telai di travi e pilastri, con i solai in cemento armato. In considerazione delle caratteristiche geologiche del sito le fondazioni sono indirette su pali della lunghezza di circa 8 metri, che raggiungono lo strato profondo di arenaria grigia.

La tamponatura è ottenuta mediante rivestimento a cappotto, con infissi in PVC e vetrature termiche. Pavimenti in gomma e in clinker.

I lavori sono stati di fatto ultimati, allo stato sono in corso piccole opere di rifinitura ed allacci ai pubblici servizi (acqua, luce, gas, telefono ecc.) per cui l’apertura agli utenti è prevista per il prossimo settembre.

Da ricordare che l’importo totale del finanziamento è di 1.060.000,00 euro, finanziati in parte dalla Regione Lazio ed in parte dal Comune.

“Un’altra importante opera – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri – che andrà a servizio della popolazione scolastica. Una struttura moderna e altamente funzionale che l’amministrazione Ottaviani porta a compimento. L’ennesimo segnale, quindi, dell’efficienza e della serietà che contraddistinguono la nostra amministrazione”.

EMERGENZA CALDO, ALLESTITA AREA CLIMATIZZATA E ATTREZZATA NEL COMANDO DELLA POLIZIA LOCALE PER I GIORNI 28 E 29 LUGLIO

In seguito alla comunicazione da parte del Ministero della Salute dei livelli di allerta caldo per i prossimi giorni, l’amministrazione comunale in considerazione del protrarsi del livello 2 per alcuni giorni e del conseguente stato di allerta, sulla base del bollettino nazionale e su indicazione dell’Ufficio Meteo della Protezione Civile Comunale, ha disposto l’attivazione di tutte le attività di prevenzione previste dalla pianificazione comunale per i giorni 28 e 29 di luglio, salvo ulteriore proroga nell’eventualità dell’estensione dell’allarme.

Pertanto, considerati gli ottimi risultati conseguiti lo scorso anno per le modalità operative messe in campo per fronteggiare l’ondata di calore, nelle giornate di domenica 28 e lunedì 29 luglio dalle ore 8 alle ore 20, si manterrà aperta e fruibile, per chi dovesse essere necessario, la sede climatizzata ed attrezzata del Comando di Polizia Locale sita in piazza VI Dicembre, ove saranno presenti Operatori della Polizia Locale e personale sanitario messo a disposizione dalla Azienda Sanitaria Locale di Frosinone.

Rimarrà attivo il numero verde 800252220 (raggiungibile solo da rete fissa) per eventuali informazioni e segnalazioni.

Nell’orario notturno, per ogni eventuale necessità ci si potrà rivolgere al Servizio di Guardia Medica della ASL contattando il 118 che potrà contare sul pronto intervento della Protezione Civile comunale nel caso si rendessero necessari ricoveri temporanei presso locali climatizzati.

In ogni caso, si ricordano alla cittadinanza le principali precauzioni da adottare in particolare per le persone anziane e bambini nelle giornate particolarmente calde:

§ non esporsi all’aria aperta nelle ore più calde;

§ bere molta acqua anche in assenza di stimolo di sete (le persone che soffrono di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato o che hanno problemi di ritenzione idrica, devono consultare il medico prima di aumentare l’ingestione di liquidi) e mangiare frutta fresca;

§ non assumere medicinali senza aver consultato il proprio medico;

§ evitare bevande alcoliche o contenenti caffeina;

§ evitare pasti pesanti;

§ indossare abiti leggeri e comodi, di cotone, lino o fibre naturali;

§ all’aperto indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto;

§ proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo;

§ non lasciare persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole;

§ non sostare in aree ricche di vegetazione (parchi, giardini);

§ prima di rientrare in macchina aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo;

§ prima dell’utilizzo, verificare che i seggiolini di sicurezza per i bambini non siano surriscaldati;

Si consiglia, inoltre, di prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono aver bisogno di aiuto soprattutto se vivono soli e in caso di necessità rivolgersi agli operatori dell’emergenza (118, 112, 113).

SUCCESSO PER “PULCINELLA MON AMOUR” IN PIAZZA VALCHERA

Ennesimo bagno di folla in piazza Valchera ieri sera, mercoledì 24 luglio, per il terzo spettacolo della stagione teatrale estiva. Quello che ormai viene considerato l’immancabile appuntamento del mercoledì frusinate ha fatto registrare così ancora una volta un grande successo. Mercoledì sera ad incassare l’apprezzamento del numeroso pubblico presente è stato lo spettacolo “Pulcinella Mon Amour” a cura del Teatro Bertolt Brecht. Strutturato come fosse un gran carnevale di maschere e tamburi, coriandoli e bandiere, si è narrato dell’arte difficile del sopravvivere di Pulcinella Cetrulo, maschera dai mille volti sempre in fuga da qualcuno, sempre in cerca di qualcosa. Nel riscrivere per attori e musica le avventure della maschera in bianco e nero, si è narrato degli incontri terreni e sovrannaturali del Cetrulo Pulcinella, condannato per essere sfuggito al suo burattinaio.

Ora l’appuntamento con il teatro in piazza è per il prossimo mercoledì, 31 luglio, con “Magicomico” con Francesco Scimemi, a seguire nel mese di agosto ci saranno gli spettacoli di un “Un capitale di risate – Marx e i suoi fratelli” con Marco Zordan e la sua Compagnia il 7, mentre il 14 agosto sarà la volta di “A…..l’amore” con Amedeo Di Sora e il teatro dell’Appeso, il 21 agosto sarà di scena “Ninetta e le altre – Le marocchinate del ‘44” con Damiana Leone, Anna Mingarelli e Francesca Reina e infine la chiusura il 28 agosto con “Roma Napoli – Andata e ritorno” con Edoardo Siravo e Gino Aurisio.

“Teatro tra le porte – ha commentato l’assessore alla cultura Gianpiero Fabrizi – dopo le prime tre esibizioni ha già raccolto un grande successo di critica e di pubblico, segnali certi che confermano la giustezza delle scelte dell’amministrazione Ottaviani e ci incoraggiano a proseguire su questa strada per la promozione della cultura, e in questo caso specifico del teatro, nella nostra città”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento