Frosinone, Buschini ad Unindustria: “Bene proposta Turriziani per Patto di Scopo per l’Ambiente”

“La proposta di un Patto di Scopo per l’Ambiente in Provincia di Frosinone avanzata dal Presidente Turriziani la ritengo molto convincente e mi troverà partecipe sia per la responsabilità istituzionale che mi compete sia come semplice cittadino di...

Buschini Unindustria

“La proposta di un Patto di Scopo per l’Ambiente in Provincia di Frosinone avanzata dal Presidente Turriziani la ritengo molto convincente e mi troverà partecipe sia per la responsabilità istituzionale che mi compete sia come semplice cittadino di questa comunità”.

Lo ha dichiarato l’Assessore all’ambiente Mauro Buschini in occasione del suo intervento presso la sede di Unindustria Frosinone per l’iniziativa ‘Giustizia e Impresa per la tutela ambientale’. “Se vogliamo guardare avanti uniti e ambiziosi, nel procurare una svolta che vinca le paure, le reticenze e gli arroccamenti egoistici, abbiamo bisogno di restituire fiducia alle nostre popolazioni, fiducia in un progetto di riscatto e rinascita ambientale nel quale l’impresa, anche quella industriale, sia protagonista di una stagione di innovazione e rilancio, di un modello di sviluppo differente, responsabile e socialmente integrato. Nella prospettiva dell’economia circolare, sospinta dall’Unione Europea e che la Regione Lazio sta facendo propria, ci sono praterie da conquistare, con il talento dei singoli e la visione strategica di tutti, con la ricerca scientifica e una amministrazione pubblica “amica” di coloro che intendono intraprendere in contesti ordinati, regolati e prospettici. La Regione Lazio, in questo senso, già qualcosa ha fatto. Non lo dico per distinguere o richiedere apprezzamento, ma per doverosa rendicontazione pubblica di ciò che è stato fatto è che si sta per fare nel campo della gestione dei rifiuti come in quello delle bonifiche, del contrasto ai fenomeni inquinanti e del riassetto territoriale. Sulla Valle del Sacco, ad esempio, alle azioni concrete di bonifica che stanno per iniziare e per le quali abbiamo previsto uno stanziamento di circa 40 milioni di euro, stiamo accompagnando azioni di fitorisanamento – fitodepurazione: si tratta di presidi totalmente naturali che permettono il sensibile abbattimento degli inquinanti presenti nelle matrici ambientali attraverso la piantumazione di specie vegetali, aventi specifiche caratteristiche in base all’inquinante da aggredire. Stiamo inoltre dotando il territorio di un Presidio Salute e Ambiente presso l’Ospedale di Anagni, un progetto assolutamente innovativo ed è il primo presidio sanitario ambientale in Italia per combattere le patologie legate all’inquinamento con una struttura funzionale per prestazioni e attività legate alle tematiche sanitarie e ambientali. Sul quadro normativo, infine, sono felice di aver onorato l’impegno preso in questa sede e contribuito, per la giunta regionale, alla recente approvazione della pl cosiddetta “Taglia leggi” con elimina 450 norme desuete e superate nell’ordinamento regionale e snellisce la burocrazia per imprese e cittadini. Insieme, così come auspicato dal Presidente Turriziani e dai tanti preziosi contributi giunti in questo incontro, possiamo vincere la sfida di un nuovo sviluppo sostenibile per il nostro territorio”.

AMBIENTE, UNINDUSTRIA TORTORIELLO: “REGOLE E TEMPI CERTI PER UNA CRESCITA DELLA REGIONE”

“Giustizia e ambiente, due temi che rappresentano la forte volontà di Unindustria di portare avanti un dialogo collaborativo con le istituzioni per la crescita delle aziende e del nostro territorio nel rispetto dell’ambiente” afferma il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello alla fine del convegno “Giustizia e Impresa per la tutela dell’ambiente” che si è tenuto oggi presso la sede di Unindustria a Frosinone.

“La nostra Associazione continuerà a coinvolgere le aziende, le istituzioni ed i cittadini su questi importanti temi ambientali, contribuendo a costruire un esempio virtuoso di collaborazione istituzionale e a trasformare quello che da anni si trascina come terreno di scontro, in dialogo - ha continuato il Presidente Tortoriello - Le nostre aziende operano ed investono nel forte rispetto della legalità, in quanto legalità, etica e competenza sono valori fondanti che contraddistinguono la nostra Associazione che, con determinazione, stiamo portando avanti. Per quanto riguarda il percorso giudiziario, che in Italia ha tempi di gran lunga più lunghi rispetto al resto dei Paesi europei, dico che bisogna avere leggi scritte in modo chiaro, senza che debbano essere di volta in volta interpretate e che garantiscano percorsi certi nei tempi e nei costi. Avvertiamo inoltre la forte esigenza di compiere passi significativi che portino verso lo sviluppo della green economy, tanto che come Confindustria, ci siamo dotati di una Carta dei principi per la sostenibilità ambientale come bussola di riferimento per le imprese nel loro cammino verso lo sviluppo sostenibile. Unindustria e le imprese che rappresenta sono consapevoli dell’interesse primario collettivo della salvaguardia del contesto ambientale e sociale, tanto che, recentemente, abbiamo manifestato l’esigenza di compiere una conversione tecnologica ed etica verso la green economy”..

Ambiente, Unindustria Turriziani: “Sbloccare le autorizzazioni per far ripartire la provincia e la regione”

Risolvere una volta per tutte la questione ambientale nel nostro territorio e mi riferisco ad un iter più veloce del rilascio delle autorizzazioni, al caso Sin (Sito di interesse nazionale) della Valle del Sacco che non sono più rinviabili”. Dichiara Giovanni Turriziani, Presidente di Unindustria Frosinonea margine del convegno “Giustizia e Impresa per la tutela dell’ambiente” che si sta tenendo oggi nella sede di Unindustria a Frosinone.

“La competitività del nostro territorio e quindi della regione Lazio, che voglio ricordare, pesaoltre l’11%, sul Pil nazionale, passa attraverso queste semplificazioni, che metterebbero benzina nel motore del nostro sistema imprenditoriale, che ora sta trovando grosse difficoltà nel fare investimenti e quindi creare crescita ed occupazione su una parte del territorio fondamentale per lo sviluppo di tutta la regione.

“Il tema dell’ambiente rappresenta una priorità su cui il sistema imprenditoriale vuole confrontarsi e vuole farlo con istituzioni, organi di controllo, pubblica amministrazione, giustizia, comitati, altre associazioni, sindacati. E’ proprio a questo scopo, che oggi, attraverso questo convegno, abbiamo messo attorno ad un tavolo tutte le parti interessate, affinché si affronti e si risolva un problema annoso e non più rinviabile”.

Hanno preso parte al convegno, che si chiuderà con l’intervento del Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello, oltre al vicepresidente di Confindustria per il Lavoro e Relazioni Industriali, Maurizio Stirpe, il Presidente di Unindustria Cassino Davide Papa, anche il Prefetto di Frosinone, Emilia Zarrilli, il Vescovo Ambrogio Spreafico, l’assessore regionale all’ambiente Mauro Buschini, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, Giuseppe De Falco, Il Vicepresidente di Confindustria Maurizio Stirpe, il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, rappresentanti della Regione Lazio, del Ministero dell’Ambiente, avvocati, dirigenti di Confindustria.

“Oggi con questo convegno – continua Turriziani - abbiamo voluto proporre un altro metodo, che veda tutti coinvolti, nessuno escluso. Condividere una prospettiva ma anche un linguaggio. Le nostre aziende, infatti, sono parte integrante del territorio, e hanno bisogno di risposte certe e chiare in tempi stabiliti e certi.

E’ per questo che come Unindustria siamo coinvolti in prima linea per contribuire ad uno sviluppoecosostenibile, come sta avvenendo in altri luoghi d’Italia considerati virtuosi, vedasi l’esempio di Porto Marghera”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento