Incendio di Pomezia, il sindaco Fucci rassicura; situazione sotto controllo. Fiamme spente velocemente dai vigili del fuoco

Fabio Fucci, sindaco di Pomezia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

20170505_183517

Fabio Fucci, sindaco di Pomezia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Eccessiva risonanza dell’incendio: La risonanza mediatica dell'incendio ha raggiunto una proporzione esagerata. La situazione è ampiamente sotto controllo: le fiamme e il fumo denso e nero di questa mattina sono stati prontamente domati dai Vigili del Fuoco.

Mancano valutazioni sull’impatto ambientale: Non abbiamo ancora riscontri sull'impatto ambientale, l'Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) non ha ancora dato un esito alle proprie analisi. Quello che posso dire è che il fumo si sta disperdendo molto velocemente.

Non sappiamo se incendio sia doloso: A prendere fuoco è un impianto che riceveva plastica dai rifiuti solidi urbani ma ancora non sappiamo se si sia trattato di un incendio doloso o meno.

Ordinanza precauzionale per i cittadini: L’ordinanza che ho diffuso era precauzionale e legata alla natura locale di quest’incendio: sono state evacuate le scuole nel raggio di due chilometri e, di concerto con la ASL, abbiamo invitato i cittadini a tenere chiuse le finestre delle loro abitazioni. Inoltre, abbiamo invitato chi produce frutta e verdura a lavarle accuratamente prima di consumarle.

Collaborazione dei cittadini: Abbiamo invitato gli abitanti delle zone limitrofe all’impianto a limitare la circolazione veicolare per facilitare le operazioni di spegnimento dell’incendio.

NUBE POMEZIA: REGIONE LAZIO, ‘NESSUNO CASO DI INTOSSICAZIONE NEI PRONTO SOCCORSO’

“In seguito alla nube sviluppatasi a seguito dell’’incendio al deposito di plastica di Pomezia, non si sono registrati ad ora, accessi nei Pronto soccorso degli ospedali del Lazio correlati a intossicazione. Fin ad ora l’Ares 118 è intervenuta solamente per portare soccorso a due vigli del fuoco, il primo a causa di un lieve malore e l’altro per una leggera distorsione al piede. E’ stato inoltre allertato l’Istituto zooprofilattico Lazio–Toscana per monitorare gli allevamenti presenti in zona”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

RIFIUTI: SU RISCHIO EMERGENZA ROMA, ASSESSORE REGIONE SCRIVE A COMUNE E PER CONOSCENZA A MINISTRO GALLETTI

“L’assessore regionale all’Ambiente e rifiuti della Regione Lazio, Mauro Buschini ha inviato oggi all’Assessore alla Sostenibilità ambientale del Comune di Roma, Giuseppina Montanari alla sindaca, Virginia Raggi e per copia conoscenza al Ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti una lettera in cui chiede al Comune di Roma di attivarsi al più presto per mettere in sicurezza la salute, l’igiene e la tutela ambientale della città”.

INCENDIO POMEZIA: ASL ROMA 6, GLI INTERVENTI EFFETTUATI

In relazione all’incendio sviluppatosi presso lo stabilimento “ECO X” di Pomezia questa Direzione Generale informa che:

1) E’ stato effettuato un tempestivo sopralluogo da parte del Dipartimento di Prevenzione presso il sito e gli insediamenti limitrofi, constatando l'assenza di feriti tra il personale della ditta ed il posizionamento delle centraline per il monitoraggio della qualità dell'aria da parte di ARPA Lazio, acquisendo contestualmente informazioni da personale dei diversi enti/istituzioni presente in loco

2) E’ stata immediatamente attivata presso la Direzione Generale una unità di coordinamento per garantire ogni azione necessaria alla migliore tutela della salute della popolazione

3) Sono stati contattati gli organismi istituzionali preposti e l’Istituto Zooprofilattico per assicurare la tutela della sicurezza animale

4) Ritenendo possibile la presenza di coperture in cemento amianto sui capannoni dell'impianto, è stato richiesto ad ARPA Lazio di poter estendere le attività di campionamento ambientale al fine di determinare l'eventuale presenza di fibre aerodisperse; contestualmente è stato contattato il Centro Regionale Amianto della ASL VT per concordare l'analisi dei campioni ed eventuali ulteriori accertamenti da effettuare

5) Si è provveduto in mattinata ad informare dell'accaduto i sindaci di tutti i comuni del territorio, fornendo indicazioni a tutela della salute della popolazione;

6) Sono stati contattati più volte nell'arco della giornata i P.S. della Casa di Cura Sant'Anna di Pomezia e degli Ospedali di Anzio e di Albano per sincerarsi della situazione; sino alle ore 18:00 non ci sono state segnalazioni di pazienti che lamentassero sintomatologia ricollegabile all'accaduto

7) Sono stati allertati i Distretti Sanitari e le Strutture Sanitarie e Sociosanitarie del territorio, fornendo alle stesse le indicazioni cui attenersi e le precauzioni da porre in essere per prevenire ogni potenziale rischio

8) Sono stati immediatamente potenziati, a titolo cautelativo, gli organici dei Pronto Soccorso degli Ospedali di Anzio e di Albano , con il coinvolgimento anche della Casa di Cura S. Anna di Pomezia

9) È stato contattato telefonicamente personale dell'Istituto Superiore di Sanità per ulteriori indicazioni da fornire alla cittadinanza in fase emergenziale

10) È stato fornito riscontro telefonico alle numerose chiamate pervenute da parte di cittadini allarmati nonché da personale sanitario (medici MMG e pediatri di libera scelta)

11) Sono state pubblicate sul sito web della ASL Roma 6 (www.aslroma6.it), nella sezione “Informazioni”, le precauzioni ed i consigli per la popolazione delle zone interessate

Ove emergessero, nelle prossime ore, elementi di novità, questa Direzione ne darà immediata comunicazione.

Dott. Narciso Mostarda

APRILIA, INCENDIO IN ZONA INDUSTRIALE A POMEZIA, NOTA INFORMATIVA

Con riferimento all’incendio di ingenti proporzioni che si è sviluppato presso lo stabilimento Eco X di Pomezia, sito in Via Pontina Vecchia al km 33.381, che ha prodotto una notevole colonna di fumo, si comunica che il Sindaco di Pomezia, competente territorialmente, ha adottato specifica ordinanza (n. 5 del 5 maggio 2017), con la quale ordina:

1) Ai cittadini residenti nelle zone circostanti l’origine dell’incendio per un raggio di 2 km di mantenere la chiusura delle aperture delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata;

2) È fatto altresì divieto di manifestazioni ludico sportive, fruizione di impianti natatori e solarium o altri eventi programmati all’aperto. Per quanto riguarda la coltivazione e raccolta di ortaggi per uso domestico e le piantagioni ad uso commerciale, il consumo e la trasformazione dovranno avvenire solo dopo accurato lavaggio con acqua potabile. In caso di allevamento di animali deve essere vietato il pascolo di animali da reddito e ove possibile gli animali devono essere mantenuti al chiuso;

3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti nel raggio di 100 metri si dispone l’allontanamento dei residenti. Il presente divieto ha validità fino al termine delle operazioni di spegnimento, fatta salva ogni modifica di tale termine in base ai risultati analitici sulla qualità dell’aria;

4) La chiusura nella giornata odierna delle scuole di ogni ordine e grado poste nel raggio di 2 km dall’incendio;

5) È fatto obbligo a chiunque di dare alla presente ordinanza la maggior diffusione possibile.

Inoltre, per quanto riguarda il territorio di Aprilia, sentita la Prefettura di Latina e i Vigili del Fuoco, allo stato non risultano pericoli relativi alle ricadute dei fumi.

Tuttavia, si ritiene opportuno, ancorché Aprilia non sia interessata, osservare in via precauzionale quanto suggerito dall’Asl ai Sindaci dei Comuni appartenenti al distretto Asl Roma 6, e qui riportato:

1) Tenere cautelativamente chiuse le finestre di abitazioni, scuole, uffici, strutture sanitarie e socio-assistenziali;

2) Limitare temporaneamente gli spostamenti non necessari;

3) Lavare nei prossimi giorni con molta accuratezza frutta e verdura di propria produzione.

Ulteriori e/o eventuali aggiornamenti saranno comunicati tempestivamente.

LARIANO - CASAGRANDE RAFFI SULLA NUBE TOSSICA: 'LA TEMPESTIVITÀ È FONDAMENTALE QUANDO SI PARLA DI SALUTE'

"Il lavoro che svolgo non mi permette di sottovalutare il carattere della tempestività quando si tratta della salute dei cittadini" ha dichiarato il candidato sindaco di Lariano, Gianluca Casagrande Raffi.

Il medico larianese, a capo del movimento civico "Insieme per Cambiare Lariano", alla vista dell'incendio che ha interessato stamane il sito di stoccaggio di rifiuti di Pomezia, ha immediatamente informato la cittadinanza tramite Facebook, indicando i comportamenti da tenere in presenza della nube tossica che si è propagata a distanza di chilometri.

Quanto effettuato dal candidato sindaco e consigliere di minoranza larianese ha anticipato la nota poi diramata dall'Asl Rm 6, la quale ha richiesto a tutti i sindaci dei Comuni del territorio di propria competenza di invitare la cittadinanza ad adottare taluni comportamenti idonei a scopo precauzionale.

"Ho sempre sostenuto che un buon amministratore abbia l'obbligo di utilizzare tutti gli strumenti comunicativi a sua disposizione per informare i cittadini, soprattutto in casi di emergenza come questo - ha aggiunto Casagrande -. Purtroppo bisogna constatare che la maggioranza al governo ritiene molto meno importante questo aspetto, tanto che l'avviso alla popolazione è stato dato sui canali istituzionali con enorme ritardo, se consideriamo che in gioco c'è la salute di tutti noi cittadini. Non si tratta di fare allarmismo, ma di buon senso, giusta informazione e principio di precauzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Maltempo, dopo la pioggia è il forte vento a fare danni in Ciociaria. A Cassino grosso albero cade su via Casilina (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento