Roma, pigneto Zingaretti: al via lavori grazie a 78 mln dati da regione

“Nodo Pigneto, al via i lavori. Grazie a Regione 78mln per dare nuova vita al quartiere e migliorare vita persone. #RegioneperRoma”. Lo ha scritto sul proprio profilo Twitter il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

giunta-regione-lazio

“Nodo Pigneto, al via i lavori. Grazie a Regione 78mln per dare nuova vita al quartiere e migliorare vita persone. #RegioneperRoma”. Lo ha scritto sul proprio profilo Twitter il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

SANITÀ, PETRANGOLINI: QUALITÀ DELLE CURE NEL LAZIO, SEGNALI INCORAGGIANTI PER I CITTADINI

“Piccoli grandi passi per migliorare la qualità delle cure nel Lazio. E’ quello che emerge dagli ultimi risultati di Prevale, il programma nato per valutare gli esiti degli interventi sanitari nella Regione. Certo, c’è ancora tanto da fare, in particolare per aumentare l’equità nell’accesso alle cure, ma i segnali per i cittadini sono molto incoraggianti”. A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio e componente della Commissione Salute e Politiche sociali.

“I fatti positivi più importanti riguardano soprattutto alcuni indicatori. Per esempio – spiega Petrangolini - gli interventi per la frattura del femore entro le 48 ore sono progressivamente aumentati, nel periodo 2012-2016, dal 31% al 53%. In pratica, circa 2500 persone in più negli ultimi 4 anni hanno avuto l’intervento nei tempi raccomandati dalle prove scientifiche, con importanti effetti in termini di recupero funzionale, durata del dolore e rischio di complicanze”.

“Una buona notizia – continua Petrangolini - è il calo del numero dei parti cesarei, pari al 27% del totale, in ulteriore lieve riduzione rispetto al 2015 (quando incidevano per il 28%). Se confrontato con il dato nazionale tale valore, però, risulta ancora superiore alle attese. Sempre positivo, con riguardo agli infarti, l’aumento della proporzione di angioplastica eseguita entro 90 minuti dall’accesso: a partire dal 2012 è passata, infatti, dal 30% al 47% del 2016, in lieve aumento rispetto al 2015 (46%)”.

“Questi dati uniti ad altri – continua Petrangolini - ci permettono di affermare che la qualità delle cure nel Lazio sta crescendo. Ovviamente, c’è ancora tanto da fare, specie per garantire l’equità dell’accesso a tutti i cittadini. Al di là dei miglioramenti che si registrano anche in questo ambito, serve mantenere l’impegno del servizio sanitario regionale per eliminare sempre più le differenze dovute a fattori sociali, economici e territoriali o al diverso funzionamento delle strutture”.

SANITA; ABBRUZZESE (FI): FARE CHIAREZZA SU VICENDE SAN RAFFAELE

" I lavoratori del San Raffaele sono in balia delle incognite. Il governo regionale deve necessariamente dare delle risposte sui crediti-debiti della struttura sanitaria della città di Cassino". Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Forza Italia e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali, Mario abruzzese che si fa portavoce delle criticità vissute dai lavoratori del San Raffaele "Come già spiegato in un comunicato da parte di un sindcato urge fare chiarezza sulla vicenda dei crediti e dei debiti del San Raffaele della città martire cercando di non scaricare sui dipendenti problematiche relative alla gestione e alle attività aziendali. Sembrerebbe infatti che il gruppo San Raffaele si è in forte difficoltà a causa della sospensione del pagamento della retribuzione del mese di maggio che è stata comunicata solamente due settimane fa dall'azienda. Nel caso in cui la vertenza non dovesse trovare una soluzione in tempi adeguati i sindacati hanno già annunciato di essere pronti a mettere in campo tutte le azioni necessarie per esigere il rispetto dei 2000 lavoratori del gruppo. È necessario che venga data una risposta incisiva ed esaustiva a queste persone che lavorano e hanno diritto d'essere retribuite. Persone che hanno famiglie e figli e che sono rimaste senza stipendio. Il tempo delle promesse è finito ora è tempo di soluzioni". Ha concluso Mario Abbruzzese

INCENDI: REGIONE, "NEL LAZIO OGGI EFFETTUATI 36 INTERVENTI”

IMPEGNATE CIRCA 60 ASSOCIAZIONI CON 230 VOLONTARI

"Dalle prime ore della mattina e fino alle ore 19 di questa sera circa 230 volontari di Protezione civile della Regione Lazio sono intervenuti per domare 36 incendi su tutto il territorio regionale. Nello specifico sono stati 23 gli interventi a Roma e provincia, 9 a Latina, 2 a Frosinone e 2 a Rieti. Le associazioni di volontariato coinvolte nelle operazioni di spegnimento, di supporto ai Vigili del Fuoco, sono state circa 60. E' stato necessario l'utilizzo di circa 70 mezzi, tra cui autobotti e pick-up e sono stati effettuati 6 interventi aerei con elicotteri regionali. La maggior parte degli interventi ha riguardato incendi di sterpaglie e di macchia mediterranea. Tra gli interventi più impegnativi quello di Posta in provincia di Rieti, a Santi Cosma e Damiano in provincia di Latina, infine, nella zona di San Basilio a Roma”. Lo comunica in una nota la Protezione civile della Regione Lazio.

RIFIUTI. PASQUALINI - TORQUATI (PD): "MUNICIPI E RESIDENTI CALPESTATI DA ARROGANZA COMUNE"

"Apprendiamo dalla lettura dei quotidiani di oggi che l'Assessore all'Ambiente di Roma Capitale, Pinuccia Montanari, starebbe valutando per la prossima settimana la possibilità di chiarire in una conferenza stampa dove saranno allocati i tre impianti di compostaggio per i rifiuti organici.

Una conferenza stampa che non tiene conto di alcun confronto istituzionale con i Municipi e i residenti. Leggiamo che sarebbero già stati decisi i siti di via della Stazione di Cesano, tra Cesano appunto e Osteria Nuova, e di Casal Selce sull'Aurelia, tra Casalotti e Malagrotta. Scelte che tradiscono la litania del M5S sul concetto di partecipazione e che calpestano i territori: abbiamo infatti un Comune che decide in autonomia in segrete stanze, che palesa le decisioni in conferenze stampa e che solo dopo apre il confronto con residenti e Municipi.

Si tratta di vera e propria arroganza istituzionale e di totale noncuranza delle conseguenze. Così sono bravi tutti. I cattivi odori derivanti dagli impianti di trattamento dell'organico (perché di questo si tratta) e i camion che transiteranno nei centri abitati sono stati presi in considerazione come disagi per i territori? I Presidenti dei Municipi XV e XIII cosa dicono? Accettano passivamente decisioni prese dall'alto o le hanno condivise con Roma Capitale senza dire nulla al territorio? Roma Capitale apra un tavolo di confronto con i territori e i residenti prima di qualsivoglia conferenza stampa e l'Assessore all'Ambiente Pinuccia Montanari si renda conto che la partecipazione a Roma è un percorso faticoso e coraggioso. Non fugga dalla fatica e dal coraggio. Apra un confronto e rispetti i Municipi e i residenti". Così in una nota Daniele Torquati e Massimiliano Pasqualini, rispettivamente e esponenti del PD nei Municipi XV e XIII.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento