Valle del Sacco, On. Renzo Carella (Pd): “Con l’intervento del Ministero dell’Ambiente è possibile avviare la bonifica definitiva”

“Questa mattina,  23 luglio,  ha avuto luogo l’incontro da me richiesto la scorsa settimana al Ministero dell’Ambiente tra i funzionari e i tecnici del Ministero con una rappresentanza dei sindaci dei comuni della Valle del Sacco interessati ...

“Questa mattina, 23 luglio, ha avuto luogo l’incontro da me richiesto la scorsa settimana al Ministero dell’Ambiente tra i funzionari e i tecnici del Ministero con una rappresentanza dei sindaci dei comuni della Valle del Sacco interessati dall’inquinamento ambientale, tra cui Colleferro, Sgurgola e Ferentino per dare continuità all’impegno di riclassificazione del sito da Sir a Sin, preso dal Governo e il conseguente intervento complessivo per la bonifica dell’intero territorio” così l’On. Renzo Carella “Ai rappresentanti del Ministero è stato sottolineato come all’interno della Valle del Sacco la zona Arpa 2 necessiti di una maggiore attenzione e impegno per portare a compimento la bonifica, così come di importanza fondamentale è l’intervento lungo le sponde del fiume Sacco che sono lunghe circa 40 km. La bonifica della Valle del Sacco è l’obiettivo che dobbiamo perseguire con molta energia, è necessario ripristinare la salubrità per permettere ai cittadini di fruire con tranquillità di questi posti e consentire loro di continuare le professioni legate all’allevamento e alla coltivazione. Per questo ho proposto al Ministero di costituire un’unica cabina di regia che segua i lavori, anziché delegare le competenze spezzettate ai vari enti di prossimità, questo permetterebbe una razionalizzazione delle risorse che devono andare solo alla bonifica e un intervento strutturato di maggior impatto. Il Ministero, rappresentato dai sui funzionari e tecnici, è pronto alla collaborazione, a settembre avrà luogo un incontro tra la delegazione dei sindaci e il Ministro dell’Ambiente Orlando per mettere in campo una strategia definitiva, dopo che i lavori saranno avviati, il Ministero potrà valersi di un organo intermedio, partecipato dai sindaci dei comuni, che avrà il compito di monitorare costantemente la situazione e informare prontamente. Tutto questo – conclude l’on. Carella – sarà unito alla diffusione di una nuova politica culturale ambientale che avrà come assillo il rispetto e la salubrità dell’ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Maltempo, dopo la pioggia è il forte vento a fare danni in Ciociaria. A Cassino grosso albero cade su via Casilina (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento