Ambiente, la provincia richiede dei finanziamenti per gli interventi sui fiumi Cosa e Fibreno

Il presidente Pompeo parla di un'iniziativa che è partita da lontano

Un ulteriore passo in avanti per la tutela dei fiumi Cosa e Fibreno. C’è anche la Provincia di Frosinone nelle richieste di finanziamento per rispondere all’avviso della Regione Lazio sui Contratti di Fiume, lo strumento che si propone di realizzare interventi in materia ambientale per  la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, contribuendo allo sviluppo di tali aree.

“La Provincia di Frosinone – ha spiegato il presidente Pompeo – sta svolgendo il ruolo di coordinamento importante per l’avvio di un’opportunità reale di recupero e valorizzazione di alcuni bacini fluviali, attraverso il Contratto di fiume. Si tratta di un’opportunità che ci ha visti partire da lontano, sin dal mio insediamento, così da farci trovare pronti nel momento in cui si fosse aperto un canale di finanziamento. Voglio ringraziare tutti i soggetti che hanno collaborato in questo percorso e che hanno dimostrato impegno ed attaccamento al territorio”.

“L’avvio del bando della Regione Lazio – ha aggiunto il consigliere Vincenzo Savo – ha coinciso con i primi mesi del mio mandato e ho voluto dare il mio contributo per recepire questa possibilità. La Provincia sulle tematiche ambientali è presente, vuole esercitare il suo ruolo e le sue funzioni, a dimostrazione dell’importanza di una istituzione di coordinamento territoriale, che andrebbe ulteriormente valorizzata”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento