Anagni, anziano disabile aggredito: solidarietà dal circolo frusinate di Fratelli d'Italia

"A Ennio vogliamo dire che siamo tutti, nessuno escluso, dalla sua parte e che lo vogliamo veder tornare presto, con il sorriso, alle sue attività quotidiane"

Foto di repertorio

Alcuni giorni fa la città di Anagni è stata tristemente protagonista di un episodio di violenza che ha suscitato particolare sdegno; un anziano disabile è stato aggredito in pieno centro probabilmente da alcuni giovani. Una vicenda che ha catturato l'attenzione del circolo frusinate di Fratelli d'Italia che ha voluto esprimere piena solidarietà all'uomo per quanto accaduto.

Emergenza giovanile

"Il circolo cittadino di Fratelli d'Italia di Frosinone è vicino ad Ennio e alla sua famiglia, anziano disabile, aggredito e brutalmente picchiato probabilmente da alcuni giovani nei pressi di Porta Cerere, in pieno centro ad Anagni. 
È un dato di fatto che la violenza da parte di giovani, spesso minori, stia diventando una vera e propria emergenza. A confermarlo sono i servizi sociali che vedono crescere giorno dopo giorno il numero di ragazzi in carico. Aggrediscono, picchiano, rubano, danneggiano beni pubblici. È questa purtroppo la fotografia di una parte dei nostri giovani.  Una parte perché, fortunatamente per tanti giovani che si "perdono", ce ne sono  altri che rappresentano la parte sana della nostra società civile. Quella parte che va tutelata, affinché non si sentano loro quelli "sbagliati". 

Il ruolo degli amministratori per contrastare il fenomeno

L’impegno e l’attenzione, sociali e personali, devono essere focalizzati su quelle che potrebbero essere le soluzioni, o comunque le azioni da compiere, per provare a prevenire, arginare e combattere il dilagare ulteriore del fenomeno. In tale ottica, è fondamentale il ruolo della famiglia, della scuola ma anche di noi Amministratori, che dobbiamo lavorare sulla prevenzione e sulla sicurezza. 
Pensiamo al fatto che l'Amministrazione comunale di Anagni si è stretta attorno ad Ennio ed alla sua famiglia in forma privata - a causa delle indagini in corso - e che pubblicamente si attiva ogni giorno per favorire la coesione sociale e la formazione delle più giovani generazioni.

Riscoprire i valori

Per prevenire c'è bisogno di un grande lavoro di ri-educazione dei cittadini tutti: alla complicità, al rispetto, alla riscoperta dei valori sani iniziando dal basso. Tra la gente, nelle piazze, nelle scuole. 
Non si fa questione di ordine e sicurezza pubblica (è impensabile vivere in una città a mo' di Grande Fratello) ma di sicurezza individuale; nella “sfera privata” degli ambienti familiari; “nella sfera pubblica” degli ambienti di lavoro, degli ambiti sociali. Don Bosco diceva che in ogni ragazzo, anche il più discolo, c’è un punto di bene su cui far leva. Il problema è quando non c’è nessuno che su quella leva abbia voglia e tempo di agire.

Questa vicenda, così come tante altre, non vuole essere una critica nei confronti di una delle città tra le più belle della Ciociaria, ma solamente uno spunto per riflettere. Anagni è ben altro e non può essere rappresentata da vandali e violenti, anzi, la comunità anagnina ha dato grande prova di solidarietà con numerosi messaggi per Ennio ed i suoi familiari; senza dubbio un esempio da seguire. Forse dovremmo chiederci di più quale esempio forniamo noi adulti ai nostri ragazzi, visto che la violenza non è solo nei gesti. Forse potremmo fare tutti un passo indietro e tornare ad ascoltare i nostri figli, i nostri studenti, i nostri vicini di casa, i nostri cittadini. Forse dovremmo tutti impegnarci di più a diffondere valori come la pace e la giustizia sociale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Ennio vogliamo dire che siamo tutti, nessuno escluso, dalla sua parte e che lo vogliamo veder tornare presto, con il sorriso, alle sue attività quotidiane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

  • Coronavirus, anche a Valmontone i casi dei positivi raggiungono la doppia cifra

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento