Arpino, finanziato il progetto per l’asilo nido “Pippuntella”

Il progetto è volto all’adeguamento tecnico-impiantistico e all’efficientamento energetico con la sostituzione della caldaia, migliorie del comfort termoacustico, illuminazione LED e eliminazione di umidità in risalita

Lo scorso  5 febbraio 2019, con il DGR n. 56,  la Regione Lazio ha pubblicato un bando per interventi di carattere edilizio finalizzati all’adeguamento tecnico-impiantistico, all’efficientamento energetico ed alla messa in sicurezza statica delle scuole per l’infanzia ed asili nido di proprietà comunale.

Ci siamo attivati nell’immediato per studiare il bando e parteciparvi – afferma in una nota il vicesindaco Sera -.  Con l’assessore al demanio e patrimonio Bruno Biancale e con il consigliere Dino Quadrini, delegato all’edilizia scolastica, abbiamo individuando nell’asilo nido “Pippuntella”, situato in località Panaccio, la struttura con le maggiori problematiche e con evidenti criticità nell’impianto di riscaldamento che ha richiesto frequenti interventi di manutenzione nei mesi invernali. Il progetto per l’asilo nido “Pippuntella” , classificatosi tra le prime 20 posizioni nella graduatoria regionale e  finanziato per un importo di circa 200 mila euro  , è il frutto della determinazione e delle competenze di questa amministrazione”.

Il piano di lavoro prevede in primis la sostituzione dell'attuale caldaia con un dispositivo più performante del tipo “a condensazione” e la sostituzione di tutti gli infissi con elementi a bassa emissività. Sono previsti inoltre interventi per migliorare il comfort termoacustico interno e  l'installazione di dispositivi cosiddetti "passivi" (che non emettono onde elettromagnetiche) per risolvere definitivamente il problema “dell’umidità di risalita”. Nel progetto è  altresì programmata la sostituzione dell'attuale impianto di illuminazione con un sistema a risparmio energetico di lampade a LED e l’introduzione di dispositivi protettivi per migliorare la sicurezza dei bambini.

 “Nel bando era prevista una quota di partecipazione del 10% a carico del Comune e, non avendo disponibilità economiche, non avremmo potuto partecipare – ha dichiarato il sindaco Renato Rea -. La somma in questione di circa 20 mila euro – continua la nota - grazie alle soluzioni di efficientamento individuate, sarà interamente coperta dagli incentivi erogati dal GSE: un bel lavoro di squadra”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento