Arpino, finanziato il progetto per l’asilo nido “Pippuntella”

Il progetto è volto all’adeguamento tecnico-impiantistico e all’efficientamento energetico con la sostituzione della caldaia, migliorie del comfort termoacustico, illuminazione LED e eliminazione di umidità in risalita

Lo scorso  5 febbraio 2019, con il DGR n. 56,  la Regione Lazio ha pubblicato un bando per interventi di carattere edilizio finalizzati all’adeguamento tecnico-impiantistico, all’efficientamento energetico ed alla messa in sicurezza statica delle scuole per l’infanzia ed asili nido di proprietà comunale.

Ci siamo attivati nell’immediato per studiare il bando e parteciparvi – afferma in una nota il vicesindaco Sera -.  Con l’assessore al demanio e patrimonio Bruno Biancale e con il consigliere Dino Quadrini, delegato all’edilizia scolastica, abbiamo individuando nell’asilo nido “Pippuntella”, situato in località Panaccio, la struttura con le maggiori problematiche e con evidenti criticità nell’impianto di riscaldamento che ha richiesto frequenti interventi di manutenzione nei mesi invernali. Il progetto per l’asilo nido “Pippuntella” , classificatosi tra le prime 20 posizioni nella graduatoria regionale e  finanziato per un importo di circa 200 mila euro  , è il frutto della determinazione e delle competenze di questa amministrazione”.

Il piano di lavoro prevede in primis la sostituzione dell'attuale caldaia con un dispositivo più performante del tipo “a condensazione” e la sostituzione di tutti gli infissi con elementi a bassa emissività. Sono previsti inoltre interventi per migliorare il comfort termoacustico interno e  l'installazione di dispositivi cosiddetti "passivi" (che non emettono onde elettromagnetiche) per risolvere definitivamente il problema “dell’umidità di risalita”. Nel progetto è  altresì programmata la sostituzione dell'attuale impianto di illuminazione con un sistema a risparmio energetico di lampade a LED e l’introduzione di dispositivi protettivi per migliorare la sicurezza dei bambini.

 “Nel bando era prevista una quota di partecipazione del 10% a carico del Comune e, non avendo disponibilità economiche, non avremmo potuto partecipare – ha dichiarato il sindaco Renato Rea -. La somma in questione di circa 20 mila euro – continua la nota - grazie alle soluzioni di efficientamento individuate, sarà interamente coperta dagli incentivi erogati dal GSE: un bel lavoro di squadra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento