Cassino, Fontana,razionalizzazione del patrimonio edilizio, censimenti delle strutture e recupero oneri concessori per far risparmiare il comune

Questo tipo di soluzione proposta dal consigliere di Orgoglio Cassinese Fontana è stata già attuata da diversi comuni italiani e ha risolto situazioni critiche e debitorie

L'imprenditore e consigliere comunale di Orgoglio Cassinese Salvatore Fontana in una nota ufficiale ribadisce la sua opinione sulla condizione economica del comune affermando "Cassino ha soldi, ma non lo sa ? Oppure si fa finta di non sapere? Ci sono delle spese consistenti che il Comune di Cassino affronta annualmente, parliamo di centinaia di migliaia di euro, che potrebbero essere risparmiati utilizzando il patrimonio edilizio dell'Ente. Si potrebbe anche pensare di riunire più uffici che erogano servizi alla comunità, in un unico luogo o area, per agevolare i cittadini nelle attività quotidiane. Inoltre, potrebbe essere anche un'occasione per riqualificare stabili caduti in disuso e le zone nelle quali insistono le strutture.

Questo tipo di soluzione è stata già attuata da diversi comuni italiani e ha risolto situazioni critiche e debitorie. Per attuare questa soluzione non sono necessarie manovre straordinarie ma una razionalizzazione del patrimonio edilizio già  esistente e nelle disponibilità dell'Ente. Si potrebbe iniziare con un censimento delle strutture in affitto utilizzate dal Comune, specificando di quali uffici si tratta e di cosa si occupano per stabilire anche il tipo di affluenza e il target di fruitori. Contestualmente si dovrebbe avviare un'attenta verifica sul recupero degli oneri concessori del condono edilizio e degli oneri non pagati al Comune. Creando un vero e proprio registro che ad oggi, purtroppo, non esiste. Risulterebbero anche dei costi di energia che l'ente paga per altri soggetti ed anche qui andrebbero fatte le opportune verifiche.

Inoltre sarà fondamentale fare il punto delle strutture a disposizione dell'Ente e capire di che spazi si tratta e la situazione attuale a livello edilizio. Poi, con i dati alla mano, organizzare uno spostamento degli uffici e ottenere così un notevole risparmio. Le somme risparmiate potrebbero essere utilizzate nel settore sociale e culturale, una nuova linfa per la città e per i cassinati. In particolare per i giovani che, purtroppo, negli ultimi anni sono stati lasciati un po' allo sbando, abbandonati senza alternative. I fondi recuperati potrebbero fare la differenza anche per le famiglie in difficoltà, per sostenere progetti nel sociale. Per cambiare le.cose non servono miracoli, basta semplicemente razionalizzare e ottimizzare le.risorse. Questa scelta potrebbe fare la.differenza per molti" ha concluso il.consigliere Salvatore Fontana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento