Cassino, crisi nel centro destra: la sferzata di Dragonetti a Carlo Maria D'Alessandro

Il segretario provinciale del movimento Lo Scarpone interviene in difesa dei colleghi della Lega duramente attaccati dal primo cittadino. "Sono orgoglioso di far parte di quello schieramento sano e pulito lontano da Forza Italia"

La presa di distanze dal sindaco di Cassino, Carlo Maria D'Alessandro nei confronti della Lega non è piaciuta a quella parte di centro destra attiva e presente in città. A replicare al primo cittadino è stato Niki Dragonetti, segretario provinciale del movimento dello Scarpone e capo segreteria particolare dell'onorevole Sergio Pirozzi, consigliere regionale del Lazio.

Le paroole di Dragonetti

"Sono orgoglioso di far parte di quel centro destra dal quale Carlo Maria D'Alessandro prende le distanze. Un centro destra costruttivo, pulito, fuori dai giochi di potere e che si dimostra attento alle esigenze del cittadino. Lui, invece, fa parte di quel centro destra monocolore, forzista di abbruzzesiana mente, che fa 'inciuci' con la parte insana del Pd. Dimentica forse Carlo Maria D'Alessandro di essere stato eletto grazie agli accordi sottobanco fatti da Mario Abbruzzese e Francesco De Angelis. La coalizione di centro sinistra opposta a Petrarcone, al ballottaggio del giugno 2016, ha appoggiato la sua candidatura e non quella del sindaco uscente. Questa è la realtà. Questo è il frutto della sua elezione. Non è stato scelto dai cittadini ma da schieramenti politici che erano in guerra tra di loro. Non venisse quindi a dare lezione di politica a noi che la politica vera e costruttiva la facciamo da anni. La sua incapacità non è cosa nascosta e chi ha deciso di allontanarsi da quel modo clientelare di fare amministrazione, non può che avere il mio plauso".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maltempo, fiocchi bianchi nel Nord della Ciociaria. Ecco i comuni imbiancati (foto e video)

  • Cronaca

    Arrestati dai carabinieri due affiliati del clan "Schiavone" che si nascondevano nel capoluogo ciociaro

  • Attualità

    Scuola al freddo, sta per finire l'odissea del C.P.I.A

  • Cronaca

    Pico, panettiere furbetto si attacca abusivamente alla rete del gas, arrestato

I più letti della settimana

  • Cade nel vuoto da oltre 30 metri di altezza. Muore un operaio di Roccasecca

  • Cassino, bimbo di 2 anni rischia il soffocamento, salvato da un carabiniere fuori servizio

  • Muore cadendo nel vuoto, è Manuel Cipollaro la vittima dell’incidente sul lavoro

  • Maltempo, temperature in calo e nelle prossime ore occhio alle nevicate

  • Cassino, anziani presi a martellate, parla il figlio: "Vittime di una violenza che lascia senza fiato"

  • Cassino, impiegato comunale stroncato da un malore

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento