Cassino, offese contro il coordinatore della Lega giovani, ma l'autore commette un errore... grammaticale

"Sei un topo di fognia" la scritta rivolta a Danilo Evangelista è apparsa su viale Dante. Condanna del gesto dalla responsabile provinciale, Maria Veronica Rossi

Ancora una scritta contro la Lega a Cassino. Questa volta però ad essere preso di mira non è stato il leader del partito, Matteo Salvini, ma il coordinatore cittadino dei Giovani, Danilo Evangelista. La scritta offensiva è apparsa in viale Dante, nel centro della città. “Danilo Evangelista sei un topo di FOGNIA- Lega M…” si legge a grandi lettere, peccato però che l’autore del graffito abbia commesso un errore... di grammatica scrivendo fogna con la i, finendo esso stesso vittima della propria azione.

Il commento di Danilo Evangelista

“Per noi questi insulti sono la dimostrazone che la Lega giovani di Cassino sta lavorando e lo sta facendo nel modo giusto. Evidentemente stiamo dando fastidio a qualcuno" ha commentato Evangelista. "L’autore ha dato prova di essere un incivile, un maleducato, ma soprattutto un ignorante. Al di là dell’offesa rivolta nei miei confronti quello che più mi preme denunciare è che si tratta di un gesto contro la nostra città che viene continuamente imbrattata da personaggi che in questo modo, forse, vogliono provare a spiccare per le loro doti artistiche. Mi auguro che così come accaduto con le altre scritte, si provveda quanto prima a rimuoverla”.

Maria Veronica Rossi: "Atto vile" 

Ferma condanna arriva da Maria Veronica Rossi, responsabile provinciale della Lega Giovani. "Ci troviamo davanti ad un altro atto vile" ha dichiarato non appena è venuta a conoscenza della notizia. "Spesso sui muri di Cassino sono apparse scritte offensive contro la Lega e contro il nostro leader Matteo Salvini. Oggi addirittura contro un ragazzo che tutti i giorni mette cuore e passione per portare avanti un progetto importante, in una città che non é semplice e che si é vista protagonista di situazione particolari. Un modo di agire vigliacco che non ci appartiene".

"Sono azioni - ha aggiunto - che vanno a ledere il decoro della città, ma che di certo non ci intimoriscono né fermeranno il nostro lavoro. È solo la dimostrazione che in questa società mancano le basi del rispetto, ed è questo ciò di cui più mi dispiaccio. Mi permetto di suggerire ai ragazzi che trovano il loro divertimento nell'imbrattare i muri delle nostre città con insulti, che oltretutto presentano errori grammaticali, di occupare il loro tempo in maniera più costruttiva".

Scritte contro Salvini-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento