Cassino, dilaga il fenomeno dei writers "anti Carroccio". Ferma condanna dalla Lega

"Questi gesti non fanno altro che fomentare l'odio sociale e che creano danno al decoro urbano della nostra città"

Continua il fenomeno dei writers contro il partito di Matteo Salvini; è di ieri la notizia di nuove scritte tracciate sui muri di Cassino. Nuove scritte offensive a pochi giorni dall'ultimo episodio che aveva visto come protagonista il responsabile cittadino della Lega Giovani, Danilo Evangelista. A lui era stata rivolta la "dedica" impressa con bomboletta spray su viale Dante. Sempre in viale Dante e contemporaneamente anche in via Cimarosa ieri sono apparse le altre due scritte anti Lega che hanno provocato l'immediata reazione da parte dei responsabili cittadini e provinciali del partito. Ecco i commenti.

Solidarietà ai commercianti

"A nome del gruppo giovanile di Cassino - dichiara Danilo Evangelista - condanno nuovamente questo genere di gesti che dimostrano ulteriormente l’inciviltà e la mancanza amore per il decoro della città. Esprimo altresì solidarietà ai commercianti che ultimamente hanno visto prese di mira le mura esterne delle proprie attività commerciali, andando a ledere l’immagine del locale e costringendo costoro a ripulire la scritta.Continuo a ribadire la massima disponibilità al confronto civile e democratico con chi la pensa diversamente dalla Lega ma si eviti di continuare a ledere il decoro della città.

Provvedimenti dal sindaco

"Torniamo nuovamente a parlare di inciviltà, - aggiunge la Coordinatrice Provinciale della Lega Giovani Maria Veronica Rossi - gesti come questi non hanno nulla a che fare con la cultura della città di Cassino. Torniamo a condannare queste intimidazioni, queste frasi che rappresentano violenza. Spero che il sindaco di Cassino prenda seri provvedimenti in merito. Dovrebbe garantire la sicurezza dei commercianti e di tutti i cittadini di Cassino. Per noi ogni tipo di violenza va condannata. 

Gesti che fomentano l'odio

Ferma condanna per le scritte di odio nei confronti della Lega anche da parte del responsabile Locale Gianni Valente: "Questi gesti non fanno altro che fomentare l'odio sociale e che creano danno al decoro urbano della nostra città. Piena solidarietà al nostro leader Matteo Salvini. Esprimiamo vicinanza a tutti gli operatori economici di Cassino che oltre alle tante difficoltà quotidiane alle quali vengono sottoposti tra tasse, tributi, burocrazia e balzelli vari, in questo ultimo mese si sono visti pure diverse volte imbrattare i muri dei propri negozi/uffici. Una riflessione però la voglio fare: è vero con il lavoro e la serietà politica stiamo occupando gli spazi politici che gli altri stanno perdendo e questo non solo lusinga noi rappresentanti della lega ma anche tutto il popolo leghista che ci segue, significa che stiamo facendo bene.

“Ogni giorno veniamo accusati di essere “violenti” in realtà ogni giorno siamo soggetti ad insulti e violenze. Con le offese sui muri non si risolve nulla, noi non ci facciamo intimorire e non ci fermiamo.” ha concluso l'onorevole Francesca Gerardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Omicidio Mollicone, la famiglia Mottola rompe il silenzio: "Innocenti, possiamo dimostrarlo"

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento