Elezioni provinciali, Antonio Pompeo vince e colleziona un altro Bis. Ecco i numeri della vittoria

Con uno scarto di oltre 17.000 voti ponderati, il sindaco di Ferentino si riconferma presidente della Provincia. Risultato inaspettato anche nei comuni di Cassino e Frosinone. Ciccone: "Meglio una sconfitta dignitosa che una vittoria scorretta"

A giugno è stato rieletto dai suoi concittadini come sindaco di Ferentino, ieri a rieleggerlo alla guida dell'Amministrazione provinciale sono stati invece i sindaci ed i consiglieri della provincia di Frosinone. Antonio Pompeo è ormai un abitué del bis.

Le preferenze

Un risultato notevole quello ottenuto ieri con il 60,5% delle preferenze contro il 39,5% dell'avversario Tommaso Ciccone, per l'esattezza 51.768 contro 34.442, uno scarto di 17.326 voti ponderati. Ad eccezione della fascia verde che ha ricompreso le due città di Cassino e Frosinone, quindi le uniche con abitanti dai 30.000 ai 100.000, le altre 4 fasce hanno registrato un deciso vantaggio del primo cittadino  della città gigliata. 

A dire il vero anche dove ha primeggiato Ciccone il divario non è stato netto, lo scarto è stato di appena 5 schede, equivalenti a 1.440 voti ponderati. Un risultato inaspettato considerando che sia Cassino che Frosinone hanno una maggioranza di centrodestra. Notevole è stata la forbice nella fascia rossa ovvero i comuni tra i 10.000 ed i 30.000 abitanti (Alatri, Anagni, Ceccano, Ferentino, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Pontecorvo, Sora e Veroli) dove Pompeo ha ottenuto ben 22.080 voti ponderati contro i 9.660 del sindaco di Pofi. 

Il commento di Pompeo

"Ci sono vittorie che hanno un significato speciale.- è il primo commento a caldo del presidente Pompeo - Quella di oggi (ieri ndr) certamente lo è. Si tratta di una riconferma, dunque è il riconoscimento del buon lavoro fatto. Un lavoro difficile, perché realizzato nel pieno di una riforma, senza certezze su risorse e personale, senza capire cosa ne sarebbe stato della Provincia. Eppure abbiamo accettato la sfida e oggi posso dire di averla vinta e di aver raccolto il risultato di un impegno quotidiano e costante. Grazie a tutti i sindacie i consiglieri per la straordinaria fiducia e il consenso che mi hanno attribuito, grazie alla mia squadra e a tutti coloro che hanno voluto sostenere questo progetto. Ho guidato l’ente fino ad oggi, condividendo con gli amministratori le scelte e le decisioni, continuerò a farlo con più forza anche in futuro. È questa la Casa dei Comuni di cui hanno bisogno il territorio, i cittadini, le imprese. Continuiamo a lavorare insieme".

Le parole di Ciccone

"Sono contento, ho condotto una battaglia elettorale con grande slancio ed entusiamo. È un bagaglio di esperienza e di consenso che non si disperderà e dal quale ripartirò per un impegno futuro - ha dichiarato Ciccone a pochi minuti dall'ufficialità del risultato - È un impegno che prosegue con un arricchimento in più. Parto con una base elettorale importante con tanti amministratori che cercano un punto di riferimento". Poi l'affondo: "Eravamo partiti dal presupposto che sul territorio avevamo meno amministratori, sapevamo che sarebbe stata dura. Sicuramente c'è stato qualche cedimento in qualche fascia. Preferisco perdere con lealtà, con umiltà ed impegno che vincere grazie a persone che si sono dimostrate poco corrette, Meglio una perdita dignitosa che una vittoria frutto di scorrettezza". 

Le immagini della vittoria

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento