Elezioni europee, la ferentinate Maria Veronica Rossi è la più votata in provincia

La candidata della Lega, prima dei non eletti, ottiene più di 12.300 voti in Ciociara dove doppia le preferenze di Antonio Tajani

23417 volte grazie” a scriverlo sulla propria pagina Facebook, all'indomani delle Elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, è Maria Veronica Rossi. Un grazie rivolto alle oltre 23.000 persone che domenica 26 maggio hanno segnato il suo nome sulla scheda rosa. Un risultato importante registrato nella Circoscrizione dell’Italia centrale che, oltre alla regione Lazio, comprende la Toscana, l’Umbria e le Marche. Un numero che ha superato le aspettative della giovane ferentinate della Lega, risultata in questa tornata elettorale prima dei non eletti.

La più eletta in Provincia

Altro dato rilevante è stato quello ottenuto in Ciociaria. È qui infatti che ha ottenuto 12.318 preferenze superando, e in alcuni casi raddoppiando, i voti dei candidati eletti in altri partiti: Massimiliano Smeriglio (Pd) con 10.016, Simona Bonafè (Pd) 6.761, Nicola Procaccini (Fdi) 6.757 e addirittura di Antonio Tajani (FI)  che di voti ne ha avuti 6.242.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

“Sono entusiasta del risultato ottenuto, - ha commentato la Rossi - in particolar modo considerando che la mia campagna elettorale è iniziata il 16 aprile, quindi è durata appena un mese e 10 giorni. In questo periodo ho avuto la fortuna di avere accanto una squadra che mi ha supportato ed accompagnato lungo tutto il percorso, un team quasi interamente composto da giovani. Se dovessi definirla direi che non si è trattatta della classica campagna elettorale. Direi che è stata condotta in maniera semplice, fatta di pochi “giacca e cravatta”, ma di molte strette di mano e sorrisi. In questo modo spero di aver dato dimostrazione di quanto per me la politica debba privilegiare la sostanza all’apparenza e credo che questo messaggio sia stato colto dalle persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento