Ferentino, bocciature, promozioni e conferme, ma la città rimane sempre al palo

Maurizio Berretta Capogruppo Lega commenta le scelte fatte da Pompeo dopo gli ultimi accadimenti che hanno portato la tempesta in comune

Il capogruppo della Lega di Ferentino, Maurizio Berretta, in una nota ufficiale, commenta quanto accaduto nei giorni scorsi nella sua Città dopo gli ultimi fatti, al vaglio dell'A.G. competente, che hanno coinvolto anche un ormai ex assessore. Il sindaco Pompeo dopo aver rassicurato in conferenza stampa cittadini ha confermato di aver rivisto gli assetti della giunta tenendo per sè le deleghe più sensibili, lavori pubblici e urbanistica per fare da garante della trasparenza e del rispetto della legalità assoluta e rilanciare l’impegno per lo sviluppo.  Con l'occasione aveva comunicato anche il nome del nuovo assessore, Franco Martini che avrà le deleghe al bilancio, sanità, patrimonio e tributi e ulteriori deleghe sono state assegnate a Massimo Gargani: personale, affari generali, traffico e viabilità.

Le scelte del Sindaco hanno una sola lettura, lo stesso invece di intervenire in modo netto sullo scandalo giudiziario e tutti gli strascichi di natura amministrativa, pensa solo a rafforzare la componente PD all’interno della sua maggioranza, nominando l’Assessore Franco Martini, e ridimensionando l’Assessore Massimo Gargani, al quale viene tolta l’importante  delega all’urbanistica, settore vitale per la Citta’, essendo quello di programmazione del territorio.

Una scelta questa, della bocciatura, per la quale sicuramente sentiremo parlare nei prossimi giorni. Come fa rumore, la “conferma” e la piena fiducia all’assessore Evelina Di Marco, di diretto riferimento ed espressione del coordinatore civico Luca Bacchi del movimento Centro Solidale. Non e’ con la spartizione di prebende ed incarichi che questa “nave” puo’ “disincagliarsi” dagli scogli, la tempesta giudiziaria e’ in atto, non e’ ancora soltanto un brutto ricordo. Da parte di Pompeo, poi non una parola sull’etica e sulla questione morale, male ha fatto la sua maggioranza a bocciare la mozione di consiglio, dove l’opposizione chiedeva tra le altre cose, l’approvazione di un codice etico e morale dei politici, il rafforzamento del piano di anticorruzione interno con la rotazione di funzionari e dipendenti ed il reintegro a tempo pieno del Responsabile dell’anticorruzione stessa, oggi part time, delibera di consiglio di questa maggioranza di qualche mese fa, e la verifica delle polizze fideiussorie, dove ci sono forti dubbi e ombre, polizze che garantiscono l’acquisto dei loculi e cappelle da parte dei Cittadini, male ha fatto; oltre, a non dare una motivazione sul perche’ si e’ proceduto 7 – 8 mesi fa alla vendita sulla “carta” dei loculi stessi e non attendere la definizione, tutt’ora in corso, del progetto esecutivo con la consegna effettiva del cantiere. Appuntamento in Consiglio comunale, che dovra’ avvenire entro il 29 Aprile p.v., termine di legge per la surroga dei nuovi consiglieri dimissionari, sara’ l’occasione per chiarire i tanti dubbi e perplessita’.  La storia di ognuno di noi si riconosce anche da chi ci si contorna, dal saper cosa significa realmente l’opportunita’ politica o l’onesta’ intellettuale.”

Potrebbe interessarti

  • Minacce alla moglie, noto medico verolano sospeso dalla Asl di Frosinone

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

I più letti della settimana

  • Sora-Arpino, notte di sangue. Auto contro un muretto muore la giovane Stella Tatangelo (foto)

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma

  • Sora sotto choc per la tragedia di Arpino. Lutto cittadino nel giorno dei funerali di Stella Tatangelo

  • Anagni-Colleferro, pullman a fuoco. Chiusa l'autostrada A1 in direzione Roma per oltre due ore

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento