Blocco fondi per le periferie, Battaglini: "Pronti a mobilitarci in difesa dei nostri territori"

Per il vicepresidente Anci Giovani la decisione rappresenta un segnale negativo da parte del Governo ed un controsenso in tema di sicurezza

Samuel Battaglini

Congelamento per due anni dei fondi destinati alla riqualificazione delle periferie urbane, sulla delicata questione interviene il vicepresidente Anci Giovani, Samuel Battaglini, che in una nota scrive:

Il controsenso

"La decisione di bloccare i fondi per le periferie rappresenta senza ombra di dubbio un segnale negativo da parte del Governo che, al contrario, sta muovendosi bene su altre questioni come la sicurezza, l'immigrazione e la flat tax. Probabilmente, qualcuno, non ha ragionato sul fatto che spesso la periferia rappresenta il covo della delinquenza, la parte meno sicura della città, d'altro canto sono convinto che una città più bella e confortevole sia anche più sicura. Tagliare quindi circa due miliardi di euro, diciotto milioni solo a Frosinone, rappresenta un controsenso in tema di sicurezza.

A rischio gli impegni presi

Se a questo aggiungiamo i continui tagli alle amministrazioni locali avvenuti nel corso degli anni, capiamo bene che la situazione rischia di collassare in un Paese dove i Comuni rappresentano la storia ed il cuore pulsante. C'è poi un aspetto puramente tecnico, ovvero che molti Sindaci avevano già preso accordi con le ditte che avrebbero dovuto eseguire i lavori, impegnando capitali di spesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pronti alla mobilitazione

Tornando sui propri passi, non rispettando gli impegni presi, il Governo rischia di creare precedenti ed equivoci, ecco perchè il Presidente di Anci, Antonio Decaro, ha fatto bene ad interrompere, spero solo in via precauzionale, i rapporti con il Governo centrale. Siamo passati dalla creazione di un Ministero ad hoc per i comuni al disinteresse totale verso i tanti Sindaci ed amministratori che quotidianamente sono in trincea nel tentativo di mandare avanti la macchina amministrativa. Ecco perchè, se il Premier non dovesse cambiare idea, saremo pronti a mobilitarci con ogni mezzo possibile in difesa dei nostri territori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • La Dea bendata bacia di nuovo la Ciociaria. Vinti 200 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento