Giancarlo Pizzutelli: "L’unione dei comuni diventa sempre più importante"

Il coordinatore del Polo Civico di Frosinone: “Trasporti, ambiente, rilancio economico: i comuni non possono più ragionare da soli”

Giancarlo Pizzutelli, coordinatore del Polo Civico del Comune di Frosinone, invita i comuni ad unirsi sempre più, non solo per risparmiare, ma per dare servizi migliori alla gente, così ha preso carta e penna, anzi, il computer ed ha provato a fare degli esempi concreti, proprio sul capoluogo.

Ci vuole logica intercomunale 

"Non si può prescindere da una logica intercomunale per cercare oggi di rendere appetibili i territori. Tutti lo ripetono, poi però i fatti non si vedono. Se non a macchia di leopardo. Le singole iniziative comunque non bastano. Occorre il coraggio di prendere l’iniziativa e può farlo il Comune capoluogo, Frosinone".

Inquinamento e polveri sottili 

"Il contrasto all’inquinamento da polveri sottili costituisce il primo esempio di una visione che va oltre i confini dei singoli Comuni. Poi è normale che non possono essere sufficienti iniziative sporadiche, però la strada è quella. Faccio degli esempi concreti.
Il sistema di trasporto pubblico, sia extraurbano che urbano, dovrebbe vedere seduti attorno allo stesso tavolo diversi Comuni
". 

Periferie che interagiscono

"Non fosse altro perché ormai le periferie interagiscono molto più di quanto si creda. Un’operazione del genere avrebbe effetti positivi sia sul servizio che sull’ottimizzazione dei costi.
Il rilancio dell’area industriale non può non vedere seduti attorno allo stesso tavolo i Comuni viciniori e il Consorzio Asi: per programmare interventi sulla viabilità e sulle infrastrutture, ma pure per mettere nero su bianco un piano di riconversione di stabilimenti chiusi e di capannoni che nessuno utilizza più
".

Piano commerciale intercomunale 

"Stesso discorso per un piano commerciale di rilancio delle micro, piccole e medie attività. Perché non pensare ad un calendario condiviso da più Comuni, con incentivi e con manifestazioni culturali e di spettacolo?

Logica intercomunale con riflessi positivi in tutti i comuni

"Non possiamo trincerarci dietro la difficoltà di cominciare a fare un discorso globale su queste tematiche. A Frosinone risiedono meno di 50.000 abitanti, ma quante persone ci sono quotidianamente? Almeno 200.000: per motivi di lavoro, di scuola, di pratiche da fare, di servizi. La logica intercomunale è fondamentale e potrebbe avere dei riflessi positivi per tutti i Comuni. Capoluogo in primis".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

  • Maltempo, dopo la pioggia è il forte vento a fare danni in Ciociaria. A Cassino grosso albero cade su via Casilina (foto)

  • Cassino, muore in ospedale a soli 54 anni dopo due giorni di ricovero: aveva coliche addominali

  • La storia: "Se mio padre è ancora vivo lo debbo ai cardiologi dello Spaziani di Frosinone"

  • Sora-Frosinone-Ceccano, revisione no problem. Scoperto il metodo utilizzato per falsificarle

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento