Frosinone grande capoluogo, Magliocchetti riaccende l'argomento e scrive a Zingaretti

"La Regione Lazio deve assumere, per importanza, competenza e potenzialità, legislativa e finanziaria, il ruolo di locomotiva e di coordinamento, attraverso l’istituzione del Comitato promotore"

Prima della pausa estiva il progetto "Unione di Comuni" era divenuto un frequente oggetto di dibattito. Un tema affrontato anche nella sala consiliare del Comune di Frosinone durante la seduta di Consiglio del 31 luglio, occasione in cui era stato approvato l'ordine del giorno con il quale si chiedeva al presidente della regione Lazio “di assumere ogni iniziativa finalizzata alla realizzazione del Comitato promotore per la realizzazione de “Unione di Comuni per un nuovo Capoluogo. Sistema cooperativo di città del Frusinate”.

La lettera indirizzata a Nicola Zingaretti

A distanza di qualche settimana si torna a parlare dell'argomento. A farlo, inviando una lettera al presidente Zingaretti, è il consigliere comunale Danilo Magliocchetti, tra i più fervidi sostenitori del progetto promosso da Unindustria Frosinone, che mira a realizzare un grande sistema intercomunale basato sull’unione volontaria di comuni confinanti con Frosinone. 

"La Regione Lazio - scrive Magliocchetti - deve assumere, per importanza, competenza e potenzialità, legislativa e finanziaria, il ruolo di locomotiva e di coordinamento, attraverso l’istituzione, come richiesto nell’ordine del giorno allegato, del “Comitato promotore per la realizzazione de “Unione di Comuni per un nuovo Capoluogo. Sistema cooperativo di città del Frusinate” con la firma di un vero e proprio atto costitutivo, del quale deve far parte, necessariamente, la Regione Lazio, la Provincia di Frosinone, gli 8 Comuni interessati dal progetto, Unindustria, le Associazioni datoriali, di categoria e sindacali, Università di Cassino e del Lazio Meridionale ed eventuali istituti bancari interessati

Troppo spesso la Provincia di Frosinone ed il Capoluogo, sono state penalizzati, a vantaggio di altri, da discutibili logiche di estensione territoriale, che hanno avuto come conseguenza diretta, la perdita di importanti enti istituzionali quali, a mero titolo di esempio, la Banca d’Italia, la sede della Camera di Commercio, parte del sistema ospedaliero, la sede dell’Ares 118, oltre che di centri direzionali e amministrativi di grandi aziende.

Il Comitato promotore

Per tutti questi motivi, consapevole della Sua sensibilità ed attenzione per le istanze che provengono dai territori, La prego di prendere seriamente in esame la richiesta del Consiglio Comunale di Frosinone in ordine alla Costituzione del “Comitato Promotore dell’Unione dei Comuni per Frosinone grande Capoluogo”.

Eventualmente prevedendo, già nel prossimo assestamento di bilancio regionale, una posta finanziaria, anche non rilevante, ma che testimoni la volontà della Regione Lazio di farsi garante, interlocutore ed interprete principale della realizzazione di questa precisa volontà di crescita e di sviluppo, che proviene da Frosinone e da importanti Comuni contigui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento