Palazzetto Coni, Angelo Pizzutelli riporta la questione in Consiglio

"La palestra sta cadendo a pezzi. Facciamoci interpreti di una soluzione per farla tornare a disposizione delle associazioni" 

In Consiglio comunale si torna a parlare delle condizioni fatiscenti in cui versa il Palazzetto del Coni. Una vicenda ferma al palo da anni e per la quale il consigliere Angelo Pizzutelli chiede che venga trovata una soluzione. Se ne è parlato nel corso dell'ultima seduta dell'Assise civica durante la quale è stato approvato il Bilancio di previsione 2019-2021.

Le conclusioni di Pizzutelli

Un Consiglio denso di argomenti che è stato così commentato, e possiamo dire riassunto, dallo stesso Pizzutelli in questi termini: "Tagli al sociale, al monte orario dei dipendenti delle cooperative che gestiscono servizi comunali; nessun ricorso ai fondi europei e zero investimenti, nonostante esista un Presidente Europeo politicamente vicino alla Giunta Ottaviani come il conterraneo Tajani. Respinto l'emendamento presentato dalle opposizioni a favore del mantenimento del servizio prestato dell'asilo nido Pollicino che a luglio chiuderà vergognosamente i battenti. Stessa sorte per la proposta di mantenimento dell'attuale monte orario ai lavoratori delle cooperative, cosi come altri emendamenti migliorativi per la nostra Città. Approvata invece la proposta, da me presentata e condivisa da altri consiglieri, di estendere ad altre strade del centro storico della città le agevolazioni Imu per i proprietari di immobili commerciali esistenti anche nelle vie Vincenzo Ferrarelli, Viale Marconi e Via Brighindi. Respinto invece quello proposto per abbattere la Tari del 25% ai gestori di attività commerciali che disinstallino slot machine per contrastare il triste fenomeno della ludopatia. È mancato il coraggio, come sempre". 

Questione Palazzetto

Torniamo invece sulla questione del Palazzetto Coni. Il capogruppo del Pd e responsabile regionale del Forum sport Lazio, si è fatto portavoce delle richieste provenienti dal mondo associazionistico frusinate e che ne chiedono la riapertura: "Valutiamo insieme di aprire un tavolo tecnico su questa problematica. Sono a conoscenza della volontà da parte dell'Ente di aprirsi ad eventuali bandi e a strategie condivise con il Coni Italia. La palestra cade a pezzi. Facciamoci interpreti di una soluzione per farla tornare a disposizione delle associazioni". 

Aperti alla partnership

"Con Coni servizi (proprietaria della palestra) - ha risposto il sindaco dopo aver illustrato le spese sia di affitto che di manutenzione ordinaria del palazzetto, all'incirca 160mila annue - stiamo provando a trovare un partner, privato, che acquisti la struttura per conto dell'Amministrazione. In questo modo potremmo compensare il credito che l'Ente ha nei confronti del Coni per le spese di manutenzione straordianaria di cui si è fatto carico nel corso degli anni. Con un project financing si potrebbe portare a casa il risultato. Se ci sono imprenditori che sono interessati ad una gestione comune insieme all'Amministrazione comunale si facciano avanti".

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento