Piove nella scuola media Pietrobono e i soldi per l'intervento, come sempre, non ci sono

La consigliera Scasseddu ha sollevato il problema durante il Question Time: "L'acqua è penetrata in una plafoniera. Si rischia il cortocircuito"

Question Time 6 novembre

Piove nella scuola media Pietrobono di via Puccini a Frosinone, ma i soldi per l'intervento sulla copertura non ci sono. Come spiegato dall'assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Tagliaferri, non è andato a buon fine il tentativo di convertire il cospicuo finanziamento ottenuto dalla regione Lazio nel 2016 di circa 700 mila euro per la realizzazione di un giunto tecnico ed una scala anticendio, nell'intervento di rifacimento della copertura poiché ormai i giochi erano fatti, la gara era stata aggiudicata ed era stata individuata la ditta appaltatrice. E quindi gli studenti della Pietrobono dovranno sperare che l'acqua che con le prime giornate di pioggia è arrivata ad infiltrarsi nella plafoniera dell'illuminazione, non provochi un cortocircuito.

Un'aula si è allagata

È questo il rischio al quale ha fatto riferimento la consigliera comunale di opposizione, Fabiana Scasseddu, che durante la seduta di Question Time di ieri sera ha esposto il problema ai microfoni freschi di installazione. "Si tratta di un problema urgente, serio, che continua a ripetersi in una scuola in cui già i ragazzi di una classe hanno dovuto traslocare all'interno dell'Aula Magna perché la loro aula si è allagata. Io da mamma - ha tuonato - non mi sento sicura. Ho parlato con diversi tecnici ed il rischio paventato è quello che possa esserci un cortocircuito. Bisogna risolvere il problema immediatamente altrimenti, prendendomi le mie responsabilità, mi rivolgerò ai vigili del fuoco per le opportune verifiche".

In attesa del montascale

Non solo infiltrazioni, la scuola è interessata da un'altra questione che pare stia per essere risolta anche se con molto ritardo. Si tratta della mancata dotazione di un montascale per il trasporto di due studentesse con disabilità, la cui iscrizione è stata comunicata dalla preside al Comune tramite pec nel mese di marzo. Due studentesse che ad oggi possono accedere alle rispettive classi grazie alla buona volontà di un bidello che personalmente provvede ad alzare la sedia a rotelle. Ma almeno questa di vicenda pare stia per giungere a termine. Il dirigente del settore tecnico, l'architetto Giuseppe Sorrentino, ha infatti dichiarato che si tratta di attendere una settimana o al massimo 10 giorni. Vedremo.

Gli aghi dei pini intasano gli scoli

Più complicata sarà invece risolvere la questione delle infiltrazioni, considerando che siamo appena all'inizio di novembre. Alla Scasseddu ha fatto eco il consigliere di maggioranza, Marco Ferrara: "Una delle cause che hanno determinato le infiltrazioni di acqua dai tetti è l'accumulo degli aghi dei pini che cadono sulla superficie delle coperture e vanno ad intasare gli scoli dei discendenti. Da ciò si genera il ristagnamento dell'acqua con relativa penetrazione nei soffitti. Chiedo l'intervento periodico per la pulizia degli scoli". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questione non è stata presa sottogamba dal presidente del Consiglio Adriano Piacentini che ha invitato ad attivare in tempi rapidi la Commissione ai Lavori Pubblici per affrontare il tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, boom di decessi in provincia di Frosinone tra gli ormai 315 casi positivi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento