Polo Civico, Pizzutelli ringrazia la Lega per il rispetto, ma precisa: "Siamo indipendenti"

Il presidente nazionale: "Abbiamo una dimensione interprovinciale. E siamo anche molto orgogliosi e un ‘tantino’ gelosi della nostra autonomia"

Apprezzamenti verso la Lega, ribadendo il sostegno messo in atto in diverse circostanze, durante le Politiche e in ultimo per le Europee. ma Polo Civico resta un movimento autonomo ed indipendente. Lo sottolinea il presidente nazionale Gianfranco Pizzutelli.

Tutti fanno un gran parlare della necessità di coinvolgere le liste civiche, di ascoltare le istanze del territorio, di confrontarsi con chi sta in trincea e conosce i problemi. Poi, all’atto pratico, alle parole non corrispondono i fatti, agli impegni non seguono le azioni concrete”. 

Dal nazionale al locale

C’è un’eccezione – scrive Pizzutelli – e riguarda la Lega ma anche l’intero gruppo dirigente del Carroccio in questo territorio. A cominciare dal deputato e coordinatore regionale Francesco Zicchieri e dal sottosegretario di Stato al ministero del lavoro e delle politiche sociali Claudio Durigon. Una premessa, niente affatto scontata: in questo anno di governo i ministri e i parlamentari della Lega hanno fatto una cosa ‘rivoluzionaria’: rispettare i patti, fare quello che avevano promesso al cittadini in campagna elettorale. Penso al pacchetto sicurezza, alle politiche sull’immigrazione, a Quota 100 e a tutto il resto. Il programma di Matteo Salvini è stato declinato dai suoi uomini nell’azione di governo”.

Autonomi ed indipendenti

“Detto questo, il Polo Civico ha ormai una dimensione interprovinciale: siamo il primo gruppo a Frosinone, indichiamo un consigliere provinciale, esprimiamo amministratori in molti Comuni, siamo presenti nella provincia di Latina. E siamo anche molto orgogliosi e un ‘tantino’ gelosi della nostra autonomia, della nostra indipendenza. Che però non ci ha impedito di guardare sempre con un occhio attento nella direzione della Lega”.

Il sostegno

“Lo scorso anno abbiamo sostenuto i candidati del centrodestra alle politiche (e quindi anche Claudio Durigon, Francesco Zicchieri e Francesca Gerardi). Quest’anno alle europee ci siamo impegnati per il Carroccio, votando e facendo votare la senatrice e adesso europarlamentare Cinzia Bonfrisco. Lo abbiamo fatto anche perché i vertici della Lega hanno dimostrato innanzitutto di saper far crescere il partito ma di andare anche oltre coinvolgendo l’associazionismo le liste civiche in tutto il Lazio ed anche il nostro movimento in questa Provincia. Sono esempi concreti di un modo che mette da parte puerili ‘gelosie’ e timori di invasioni di alcun tipo. Grazie anche alla classe dirigente locale della Lega – ha concluso –  per la considerazione che ci dimostrano. Ovviamente ricambiata".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento