Forza Italia vuole risollevare il Centro-sud (video)

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, a Frosinone parla di infrastrutture per il rilancio delle regioni del Sud e della riorganizzazione del partito con apertura alle liste civiche e alle new entry da altre forze politiche

Il Centro-sud come priorità di Forza Italia. A parlarne questa mattina nella sala conferenze dell'Astor Hotel di Frosinone è stato il presidente del Parlamento Europeo, nonchè vice presidente del partito azzurro, Antonio Tajani. Non si è fatto attendere, non ha fatto aspettare i tanti amministratori locali e parlamentari giunti da diverse regioni del Sud Italia. Alle ore 12 era fissato l'inizio della conferenza stampa e alle ore 12 ha fatto il suo ingresso nell'hotel di via Marco Tullio Cicerone. "Infrastrutture" è stata la parola d'ordine del suo discorso, da quella digitale a quelle stradali e ferroviarie "per consentire ai giovani di essere competitivi" e non tagliati fuori, potremmo dire dal XXI secolo. "Abbiamo pensato ad un pacchetto finanziario di una decina di miliardi di euro che può avere un effetto leva di 200 miliardi di euro - spiega Tajani - per cercare di aggregare tutti i fondi europei non  utilizzati dalle regioni ed aggiungere a questi fondi soldi della Cassa depositi e prestiti, soldi della Banca europea degli investimenti, fondi pensione e fondi di banche italiane".

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Un Governo allo sbaraglio

Non ha risparmiato critiche all'attuale Governo gialloverde che per Tajani: "non ha una politica economica, non ha una politica finanziaria. Il rischio è che cresca la disoccupazione e la pressione fiscale. Noi chiediamo di decidere quale strada intende seguire per risolvere i problemi della nostra economia". Un esecutivo allo smaraglio "un ministro dice una cosa uno ne dice un'altra, il presidente del Consiglio dice una terza cosa. Non è questo il modo di governare la seconda grande potenza industriale europea" sottolinea facendo riferimento all'intenzione di chiudere lo stabilimento dell'Ilva di Taranto e ribadendo più volte che, di contro, "Forza Italia vuole essere un punto di riferimento per l'Italia che produce".

L'Altra Italia

La conferenza è stata anche occasione per parlare della famosa "L'Altra Italia", quel nome che aveva stuzzicato la fantasia di molti e che aveva fatto pensare ad un possibile spin off di Forza Italia. A quanto pare nulla di tutto ciò, o almeno così sembra. Si tratterebbe più semplicemente "della grande fascia dell'elettorato che o non va a votare o che si è fatta attirare dalle sirene di Renzi e del Partito democratico ma che non si riconosce nei valori del Pd. Un elettorato da andare a recuperare per impedire che sia i 5 Stelle che il Pd possano essere il riferimento di queste persone solo perchè non ne hanno altri. Noi ci impegneremo per essere punto di riferimento concreto agendo nel Parlamento europeo, nel Parlamento italiano nelle Assise regionali, per far capire che ci siamo e che vogliamo dare delle risposte". Eppure Tajani ha parlato di una riorganizzazione del partito, dell'avvio stagione dei congressi e di porte che si starebbero aprendo nostre alle liste civiche ma anche a coloro che vogliono aderire a Forza Italia provenendo da altri partiti. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

  • Omicidio Mollicone, le struggenti parole del militare-poeta

  • Cassinate, la storia di Giovanni Nardelli: da studente di periferia a manager di successo

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento