Interventi Aree di Crisi, Buschini annuncia: 10 milioni per Frosinone

"Con l’attivazione dell’intervento si potrà operare per la riqualificazione delle produzioni, per la reindustrializzazione dei siti produttivi dismessi e su nuove opportunità industriali che agevolino il ricollocamento del personale"

il Capogruppo Pd Lazio Mauro Buschini dichiara in una nota : "Con l’attivazione dell’intervento per l’area di crisi di Frosinone e il relativo finanziamento dal Mise di 10 milioni per la realizzazione di iniziative imprenditoriali nei nostri comuni si completa l’iter che ha visto il protagonismo della Regione Lazio sin dagli inizi. Abbiamo, con l’amministrazione Zingaretti, scommesso sulla possibilità di rafforzare il tessuto produttivo e di recuperare i posti di lavoro persi con la crisi attraverso misure ad hoc utili a stimolare iniziative di sviluppo e propedeutiche per attrarre nuovi investimenti. Con l’attivazione dell’intervento si potrà operare per la riqualificazione delle produzioni, per la reindustrializzazione dei siti produttivi dismessi e su nuove opportunità industriali che agevolino il ricollocamento del personale. Una risposta importante, molto attesa dal nostro territorio”.

I comuni interessati

I Comuni della provincia di Frosinone interessati sono i seguenti: Acuto, Alatri, Amaseno, Anagni, Arnara, Boville Ernica, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Collepardo, Falvaterra, Ferentino, Filettino, Fiuggi, Frosinone, Fumone, Giuliano di Roma, Guarcino, Morolo, Paliano, Pastena, Patrica, Piglio, Pofi, Ripi, Serrone, Sgurgola, Strangolagalli, Supino, Torre Cajetani, Torrice, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Vallecorsa, Veroli, Vico nel Lazio, Villa Santo Stefano.  Per la provincia di Roma invece rientrano quelli di Artena, Carpineto Romano, Colleferro, Gavignano, Gorga, Montelanico, Segni, Vallepietra, Valmontone.

Il bando pubblico

Pubblicato, dal Ministero dello Sviluppo Economico, l’avviso pubblico per la selezione di iniziative imprenditoriali nel territorio dell’area di crisi industriale complessa del “Sistema locale del lavoro di Frosinone” tramite ricorso al regime di aiuto di cui alla legge n. 181/1989. Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 12.00 dell’1 marzo 2019 alle ore 12.00 del 30 aprile 2019, condizionatamente alla avvenuta registrazione presso la Corte dei Conti dell’Accordo di Programma, all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.a. – Invitalia, a pena di invalidità, dalle imprese già costituite in forma di società di capitali, dalle società cooperative e dalle società consortili che siano localizzate nel territorio del Comune di Frosinone.

L'obiettivo

L’obiettivo del progetto è riqualificare il sistema industriale sia rispettando maggiormanete l'ambiente sia fronteggiando la gravissima crisi occupazionale che mina il territorio.  Tra le condizioni sine qua non infatti per ottenere i finanziamenti c’è la ricollocazione dei disoccupati dell'area interessata che attualmente percepiscono la mobilità, disoccupazione o altri ammortizzatori sociali.  Le aziende sono obbligate a concludere le assunzioni proposte entro un anno dall’ultimazione del programma d’investimento, pena la parziale revoca dei finanziamenti se l’obiettivo occupazionale subirà un decremento nei limiti del 50%, oltre questo limite finanziamento sarà revocato totalmente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, incidente di via Leuciana, perde la vita l'autotrasportatore Tommaso Pulcini

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Il Magicland pronto per la nuova stagione ma scompare la parola Valmontone, una sconfitta della classe politica locale

  • Pontecorvo, dopo lo schianto di ieri sera in via Leuciana muore anche Luca Forte

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Sora, incidente all'alba, distrutta la fontana di piazza Garibaldi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento