Isola del Liri, salme fatte transitare nelle sale d'attesa. Ciacciarelli: "Spettacoli indegni, la Asl si attivi"

Il consigliere regionale della Lega: "La Asl deve evitare episodi del genere sia per il rispetto della legge, ma soprattutto moralmente per il riguardo nei confronti dei deceduti e dei loro parenti nel momento del dolore"

“Nel presidio sanitario ex ospedale di Isola del Liri accade che le salme dei deceduti nell'Hospice e nell'UDI inseriti all'interno del presidio stesso, vengano fatte transitare attraverso i locali adibiti a sala d'attesa dei pazienti, anche i bambini, che debbono essere visitati nei locali ambulatori, mentre questi sono lì presenti in attesa di visita". A portare all'attenzione la surreale situazione è il consigliere regionale della Lega, Pasquale Ciacciarelli.

Rispetto per i defunti 

"Oltre che essere quanto meno sgradevole, il fatto è anche irrispettoso delle norme sanitarie, che stabiliscono che il percorso delle salme debba avvenire in percorsi dedicati non interferenti con gli altri servizi e ambienti dei presidi sanitari adibiti agli altri scopi. La ragione, oltre che per il rispetto alla dignità dei deceduti, è dovuta anche a motivi di igiene pubblica, a tutela degli utenti dei presidi sanitari e di tutti coloro che vi lavorano.

La richiesta di Ciacciarelli

È assolutamente necessario che la Asl di Frosinone si attivi al più presto per evitare questi indegni spettacoli nel presidio sanitario di Isola del Liri, sia per il rispetto della legge, ma soprattutto moralmente per il riguardo nei confronti dei deceduti e dei loro parenti nel momento del dolore. La Asl si è spesso espressa in progetti mirabolanti, che poi si sono sgonfiati nella loro inconsistenza. Invece dovrebbe occuparsi dei problemi quotidiani delle persone nel momento di difficoltà e del dolore, è il suo primo e doveroso compito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono vicino a tutti i cittadini che hanno visto non rispettati questi elementari diritti, e attiverò ogni via per ovviare a questa disdicevole condizione, come a tutte le altre che arriveranno alla mia conoscenza.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento