Paliano, annunciati finalmente dal Pd i bandi per l’affidamento della Selva

Durante l’incontro elettorale Buschini è tornato a parlare del Monumento Naturale. Poche battute e senza spiegare se sarà dato in affitto, in comodato d’uso o in vendita

Ci sono volute le nuove elezione regionali per far annunciare all’assessore dell’ambiente Mauro Buschini che: “la montagna ha partorito il topolino” per quanto riguarda la parte di proprietà regionale della Selva di Paliano. Cinque anni di gestione fallimentare di Zingaretti, Buschini e del Sindaco Alfieri per annunciare alla riunione pubblica del PD (Partito di maggioranza alla Regione Lazio) di sabato in comune che finalmente “poco prima o poco dopo le elezioni saranno pubblicati i bandi per la gestione del Parco”, ma non sono state spiegate le modalità. Ovvero se verrà dato in comodato d’uso,  in affitto o se saranno bandi per la vendita dei lotti.  Comunque sia, speriamo di essere arrivati alla fine di questa “ triste storia pubblica”.

I cinque anni persi?

Così  il parco La Selva, nell’atteso incontro, è stato liquidato con questa battuta dall’assessore Buschini. Però, è facile chiedersi, adesso chi recupererà i cinque anni persi di economia per la città? Sicuramente per essere arrivati alla fine del mandato senza far nulla sarà data la colpa ai ritardi giudiziari, ma oramai nessuno ci crede più. E’ stata una volontà politica ben precisa quella di abbandonare il Parco. Volontà che adesso cozza pesantemente con la parte privata dei lotti andati all’asta (l’ex Parco Uccelli) ed acquistati dalla GEA srl di Frosinone che sta effettuando i lavori di ristrutturazione del Bar “La Cascata” e del ristorante “Il Laghetto” che addirittura sarebbero stati già affittati e dell’intero parco. Ristorante che potrebbe essere aperto già dal 21 Aprile come ci è stato più volte ripetuto da uno dei titolari. Sarebbe fantastico se per pasquetta il 2 aprile fosse tutto già sistemato e ci fosse la riapertura del parco ma non crediamo che sia possibile perché c’è ancora molto lavoro da fare, soprattutto per mettere in sicurezza i vari laghetti che sono stati quasi tutti ripuliti.

Il degrado della parte pubblica  

Un contrasto, dicevamo, che fa male agli occhi ma soprattutto all’economia della zona e se ne è persa veramente tanta in tutti questi anni. Nel borgo dove vi era la casa del Principe Ruffo è tutto abbandonato (vedi foto in pagina) ma vi è ancora in funzione un laboratorio di falegnameria che per fortuna sta lavorando tanto. In questo magico posto le iniziative da fare sarebbero tantissime ma per rimetterlo a posto dall’incuria del tempo e soprattutto dallo stato di abbandono in cui è stato lasciato ci vogliono svariati milioni di euro. C’è solo da augurarsi che ai bandi risponda gente capace e che abbia voglia di investire in maniera seria.  I cinque anni in cui la regione ha avuto in mano il tutto senza ricavarne nulla non hanno prodotti dei danni all’erario? Cinque anni non sono pochi. Quanti posti di lavoro si sono persi? Quanta economia si è persa? Ecco le elezioni ed improvvisamente spuntano i non ben identificati bandi e se la regione dovesse cambiare guida, cosa succederà?

Gli aironi a spasso nel parco le mimose

Questa mattina nel bellissimo parco delle mimose vi erano a passeggiare degli aironi (foto in pagina) che in qualche modo siamo riusciti a fotografare per farvi capire come la natura si stia pian piano riappropriando dei suoi spazi e i nuovi padroni della Gea srl ci hanno assicurato che ne porteranno ancora degli altri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • “Vivo con le volpi dentro casa”. Con i lavori al polo logistico colleferrino gli animali scappano in cerca di cibo (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento