Paliano, campagna elettorale incandescente. Alfieri si sente vittima di minacce di morte, ma ora rischia di essere portato in tribunale

Un paio di post su facebook hanno scatenato il trambusto mediatico. Un cittadino è stato tirato in ballo dal Sindaco che si è sentito minacciato di morte. Ecco come sono andate le cose

Che succede a Paliano in questi giorni? La campagna elettorale che tutti si aspettavano fosse molto “energica” è diventata tutta di un tratto incandescente tra presunte minacce di morte ed i soliti vittimismi del primo cittadino uscente che ora rischia di essere denunciato per diffamazione e con l’altro candidato Tommaso Cenciarelli che ha dichiarato di essere stato offeso dal punto di vista personale da alcuni sostenitori di schieramenti “avversari”.

Ma vediamo bene cosa è successo in queste ultime ore. A scatenare il tutto un post del sindaco Alfieri di ieri in cui ha ripreso un altro post di Facebook di qualche giorno fa (foto in basso) di un cittadino di Paliano in cui quest’ultimo in dialetto napoletano augurava la morte a qualcuno non ben specificato prima del 26 maggio. Alfieri con il suo solito vittimismo che lo contraddistingue da sempre (è la stessa persona che ha fatto una querela temeraria contro dei giornalisti chiedendo 100 mila euro di risarcimento danni per metterli a tacere solo perché lo avevano definito “selfiemaniaco”. Motivazioni che il giudice ha bocciato in toto salvaguardando il diritto di critica in ambito politico e non personale) ha ripreso questo post lasciando in bella vita la foto dell’autore ed il nome ed il cognome e commentandolo in questo modo e parlando addirittura di finalità elettorali.       

Il commento di Alfieri

“Va bene la campagna elettorale. Va bene la competizione. Ma la morte non si augura a nessuno. In questa campagna elettorale i sostenitori di una lista mi augurano addirittura la morte e possibilmente prima del 26 Maggio oltre a definirmi una chiavica di uomo. Ribadisco che a noi non interessano sentimenti quali odio e rabbia oltre la menzogna. Ma permettetemi di esprimere forte preoccupazione per il clima inadeguato e a dir poco anomalo che qualcuno sta diffondendo in questa campagna elettorale”. Questo il commento di Alfieri che in pratica ha portato alla gogna mediatica il cittadino palianese che si è trovato al centro di un trambusto mediatico assurdo e che quindi ora sta pensando di difendersi con un denuncia per diffamazione mezzo social.

Alfieri post minacce-3

La replica dell’autore del post

“Io non riesco a capire – spiega il cittadino di Paliano a frosinonetoday.it – come faccia una persona ad arrivare a questo punto. Io nel mio post non ho mai fatto riferimento a nessun in particolare e ben che meno al primo cittadino. Con il suo post delle ore scorse mi ha causato un danno d’immagine molto grave. Ho ricevuto moltissime telefonate di conforto dagli amici e soprattutto mi ha fatto passare per quello che non sono solo per fini elettorali, dicendo addirittura che io faccio parte di un altro schieramento politico. Nelle prossime ore per tutelare la mia immagine sporgerò denuncia  per diffamazione mezzo social network contro Alfieri e contro coloro che hanno commentato il suo scritto, o che continueranno a fare, infangando il mio nome ”.

La solidarietà del Movimento Civico con Maurizio Sturvi candidato sindaco

A questo triste episodio è arrivato, nel breve arco di qualche ora, anche la nota del Movimento Civico che ha Maurizio Sturvi come candidato sindaco: “In queste ore, sulle pagine Facebook del sindaco di Paliano Domenico Alfieri, campeggia un post, scritto in dialetto campano, dal contenuto violento.  Alle espressioni di solidarietà verso Alfieri, che dal post si è sentito colpito, aggiungiamo con convinzione anche la nostra. Il Movimento Civico Paliano condanna e condannerà sempre, fermamente, questo modo di utilizzare i social. Purtroppo, leggendo tra i commenti, appare, non smentita, l'attribuzione di questo post agli avversari politici. Tra i quali ci siamo noi! Domenico Alfieri però sa molto bene che, ancorché avversari certi, come egli ha spesso riconosciuto, siamo estranei a questo tipo di linguaggio, che non ci appartiene in nessun modo. Proprio perché il confronto lo abbiamo cercato... e in verità poche volte lo abbiamo trovato. Ma la cosa più importante è che le divergenze di opinione non hanno mai oltrepassato le semplici regole di convivenza e di buona educazione. A volte si sono sfiorati toni forti da entrambe le parti, è vero, ma sostanzialmente non abbiamo mai voluto dimenticare di appartenere tutti alla stessa comunità. Questo per noi ha un significato profondo. Per questo motivo non ci stiamo ad essere "associati" in qualche modo a quanto accaduto. Ci auguriamo quindi che i toni della campagna elettorale appena cominciata non crescano ancora, perché ogni cittadino possa essere libero di conoscere candidati e Programmi, e maturare in serenità l'importante scelta da fare. Da avversari certi ma leali, cogliamo l'occasione per lanciare il nostro sincero "in bocca al lupo" alle compagini in gara”.                                                                                                                           

 La nota di Tommaso Cenciarelli

Come se non bastasse tutto questo l’altro candidato sindaco Tommaso Cenciarelli ha parlato di decadimento del clima politico cittadino con offese che sono arrivate anche sul piano personale: “Debbo constatare per l'ennesima volta lo scarso livello di educazione e di spessore politico che sta caratterizzando questa campagna elettorale. Oltre agli insulti collettivi rivolti ai singoli candidati a Sindaco, che esulano completamente dal normale e civile dibattito politico, sono stato oggetto di offese da parte di qualcuno, scendendo addirittura nel mio ambito lavorativo, o come qualche altro fazioso annoiato che associa il simbolo della nostra lista ad ere politiche passate. Rivolgo un invito e un appello a tutti i cittadini di Paliano, criticateci, rimproverateci, fischiateci o applauditeci, ma sempre per questioni inerenti il nostro programma elettorale e mai per questioni di natura personale familiare o professionale o strumentale. Questi comportamenti beceri rappresentano una sconfitta per la nostra società”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Notte di paura in pieno centro. Tentano un furto e danno fuoco a cinque auto in via Aldo Moro (foto)

  • Cronaca

    Sora, precipita dal tetto di casa: grave un noto commerciante

  • Cronaca

    Morto nel parcheggio multipiano, sabato i funerali di Davide Bologna

  • Attualità

    Alessandra Sardellitti (Pd): "Lazio Pride? Un’ondata di fresca libertà"

I più letti della settimana

  • Alatri, i dettagli della maxi operazione antidroga. Ecco chi sono gli arrestati (foto e video)

  • Fiori di arancio per "La ciociara" Alessia Macari e il calciatore del Foggia Oliver Kragl (foto e video)

  • La maledizione del parcheggio multipiano; dopo Daniele è Davide Bologna il ragazzo trovato morto

  • Detenuto si impicca in carcere, due agenti della Polizia Penitenziaria accusati di omicidio colposo

  • Alatri, presa banda di spacciatori. Trovati 11 kg di droga pronta ad essere venduta in diversi paesi della Ciociaria

  • Ceprano, pomeriggio di paura. Crolla un palazzo in pieno centro (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento