Provincia, Stazione unica appaltante, Pompeo vince la scommessa

Il Presidente indica anche la rotta futura: “Attraverso l’Upi Lazio vogliamo qualificare gli operatori: procedure univoche significano maggiore trasparenza ed efficacia”

Quasi cento procedure per appalti relativi a lavori, servizi forniture, per circa 80 milioni di euro. Sono i numeri dal 2016 al 2019 della Stazione Unica Appaltante della Provincia di Frosinone rispetto ai circa 35 enti associati.

Ad evidenziarli il Presidente Antonio Pompeo: “Siamo stati tra i primi a recepire uno dei nuovi compiti delle Province: ossia la necessità di costruire la Casa dei Comuni, nella quale le amministrazioni locali possono trovare un sostegno e un supporto alle loro attività. I Comuni soffrono croniche difficoltà organizzative, mancano di figure tecniche e di risorse finanziarie, alle quali si aggiungono le difficoltà ad assumere e questo rallenta la macchina e impedisce di raggiungere determinati risultati. La Provincia è la risposta a queste criticità, come stabilisce la legge 56. Un concetto che l’Upi ha fatto emergere molto chiaramente in questi anni e che mi sono impegnato a portare anche sul nostro territorio”.

Prossimi obiettivi

“Abbiamo avuto una visione lungimirante su questo tema  - ha aggiunto Pompeo - Quello delle gare è un settore fondamentale per la vita e le attività di un’amministrazione, perché oltre a garantire i servizi ai cittadini, serve anche a supportare l’economia di un territorio. Gli enti locali sono fondamentali per lo sviluppo locale e la Provincia può fare molto per favorire quest’azione”.

 “Il prossimo obiettivo è quello di lavorare attraverso l’Upi Lazio per qualificare ancor di più gli operatori, creare scambio di buone pratiche, favorire la formazione, coinvolgere i Comuni per strutture consortili. Un modello, che a sistema,  permetterà di realizzare procedure uniformi e di qualità e assicurare maggiore efficacia. E’ questa una delle priorità che intendo realizzare alla guida dell’Unione Province del Lazio, insieme ai colleghi”.

“Infine – conclude il Presidente Pompeo – voglio ringraziare la struttura della Provincia di Frosinone, attraverso l’ingegner Ivan Di Legge che in questi anni ha portato avanti, pur tra mille difficoltà, un settore delicato ma fondamentale per le nostre amministrazioni”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento