Regione Lazio, addio alle 22 Comunità montane

La Giunta regionale ha dato il via alla fase operativa per la trasformazione in Unioni dei Comuni Montani

Varata la delibera di Giunta con la quale la Regione Lazio trasforma le Comunità montane in Unioni dei Comuni montani. Con questa trasformazione è stata avviata la fase di liquidazione delle 22 Comunità montane del Lazio.

La delibera conferma che a gestire la trasformazione sono chiamati, in via prioritaria, gli attuali presidenti degli enti montani e i vicepresidenti o, in loro mancanza, gli assessori più anziani. Nel caso la scelta ricadesse su di loro, i primi verrebbero nominati commissari dal presidente Nicola Zingaretti, mentre i secondi ricoprirebbero il ruolo di sub commissari.

Il commento di Bellucci

"L’Uncem Lazio - dichiara il presidente Achille Bellucci -, nel ringraziare ancora una volta il presidente Zingaretti e l’assessore al ramo, Alessandra Troncarelli, la quale ha rimarcato come la Regione Lazio si assicura che le esperienze maturate dalle Comunità montane non vadano disperse nel mutamento del quadro istituzionale e che ha tenuto in debito conto la nostra collaborazione, esprime soddisfazione anche per l’attenzione dimostrata per le nostre istanze dal presidente del Consiglio Regionale, Mauro Buschini. L’auspicio,  - conclude Bellucci - nel ribadire la massima disponibilità e collaborazione, è ora che il presidente Zingaretti proceda velocemente ad avviare la fase di commissariamento".

Nuova linfa 

“La riorganizzazione, prevista dalla legge regionale 17 del 2016, - spiega l’assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali, Alessandra Troncarelli – era necessaria per dare nuova linfa a un ente intermedio chiamato a valorizzare le specificità dei territori montani. Il rilancio di queste comunità locali, centrali nel sistema socio-economico del Lazio, proseguirà con rinnovato vigore tramite le Unioni dei Comuni, chiamate a raccogliere il testimone dalle Comunità montane”.
“La Regione Lazio – conclude l’assessore Troncarelli – crede fermamente nella gestione associata di servizi pubblici e funzioni. La convinzione è che gli enti locali, unendo le proprie forze, riescano a migliorare nei tempi e nei contenuti le risposte attese dai cittadini, assicurando al tempo stesso il contenimento dei costi, la pianificazione degli interventi e la condivisione delle risorse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Inchiodato l'autore del pestaggio al Fornaci Village

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento